Home Cultura Cultura Genova

Presentazione libri a Bogliasco

0
CONDIVIDI
Francesca Sivori alias Liz Chester Brown
Francesca Sivori alias Liz Chester Brown

Presentazione libri a Bogliasco il 9 settembre alle 18 al bar Il Vagabondo con Francesca Sivori, Maria Borghini e Riccardo Mazzocchio.

Presentazione libri a Bogliasco venerdì.

Dopo l’intervista di Salvo Sottile su RAI a I Fatti vostri, Francesca Sivori, alias Liz Chester Brown, riparte nella sua veste di book trotter questa volta accompagnata da Maria Borghini e Riccardo Mazzocchio.

L’appuntamento con i tre scrittori è venerdì 9 settembre alle ore 18 presso il bar IL VAGABONDO in via Mazzini 88 a Bogliasco, la cittadina rivierasca alle porte di Genova.

Definita dai mass media book trotter, dal 2021, Francesca Sivori ha percorso più di quindicimila chilometri con il bagagliaio della macchina pieno di libri e ha incontrato uno per uno i librai di tutta Italia che quindi hanno in vendita il suo romanzo Io sono una famiglia – il gabbiano, distribuendo brevi manu 7.000 copie.

In questo suo TOUR per l’Italia ha conosciuto due scrittori, Maria Borghini e Riccardo Mazzocchio, che presenteranno insieme a lei i loro due libri, rispettivamente: Il Principe sbagliato e Il tempo delle donne.

Il primo è un giallo alla Agatha Christie che vede la protagonista, la detective Maria Sabatini, alle prese con un omicidio nel mondo artistico londinese. Un altro caso uscito dalla penna di Maria Borghini.

Il secondo è un romanzo “visionario”, dove le donne sono le protagoniste assolute. Riccardo Mazzocchio riporta in questo libro alcuni suoi personali pensieri scaturiti dallo studio di alcuni casi da lui affrontati nella sua veste di medico neurologo.

La presentazione ha il patrocinio del Comune e della Pro Loco  di Bogliasco.

IG: lizchesterbrown; mariaborghini; riccardomazzocchio.

Io sono una famiglia – il gabbiano

di Liz Chester Brown (pseudonimo di Francesca Sivori)

Sullo sfondo di una Liguria arroccata tra cielo e mare, il libro racconta le vicende di Arianna, dall’infanzia all’età matura. Un dramma familiare moderno che, con la leggerezza di un battito d’ali, non volge mai in tragedia grazie all’incrollabile forza dell’amore. La protagonista, nata e cresciuta senza l’amore materno, riuscirà infatti a uscire dal suo labirinto tirando fuori tutta l’energia positiva e costruttiva trasmessale dal padre e tenuta soffocata dalla malattia della madre.

Un vibrante racconto che la stessa autrice accosta, per analogie di contenuto e di impalcatura narrativa, al Notturno op. 48 n. 1 di Fryderyk Chopin.

Francesca Sivori

Classe 1960, Francesca Sivori è musicista, scrittrice e anche…book trotter.

Per molti anni si è dedicata all’organizzazione e alla direzione artistica di eventi legati alla musica classica, a Genova e a Milano. Oggi lavora per l’orchestra AllegroModerato di Milano (www.orchestraallegromoderato.it): è pianista conduttore nei laboratori di musica da camera e ha fondato un’orchestra AM in Madagascar, a Diego Suarez.

‘Io sono una famiglia – il gabbiano’ è il suo primo libro; lo ha auto pubblicato e lo sta distribuendo nelle librerie indipendenti di tutta Italia: per questo è stata definita dai mass media book trotter ed è stata intervistata da Salvo Sottile a I Fatti Vostri e da TG SKY24.

Il romanzo ha ottenuto 18 riconoscimenti a Premi e Concorsi Letterari Nazionali e Internazionali tra i quali: 1° classificato al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Maria Dicorato di Milano 2021; 2° classificato al Premio Le Nove Muse; Menzione di Merito al Premio Nazionale Poesia e Narrativa Alda Merini ; Finalista al Concorso Letterario Mario Soldati di Torino 2020; selezionato al Premio Albero Andronico di Roma;

Ha terminato di scrivere il secondo romanzo e ne ha in cantiere altri due; il suo racconto “Scrittori si nasce lettori si diventa” ha vinto il Premio Internazionale Letterario di Melegnano 2020.

Il Principe sbagliato 

di Maria Borghini

Un efferato omicidio scuote le coscienze della Londra bene, ma sarà solo il primo di un orribile serie! Lettere di minacce e di maledizione, in una lingua sconosciuta, emergono da un lontano passato…

Torbidi misteri aleggiano sopra l’austero riserbo dei pochi testimoni e della fedele servitù, profondi dubbi incrinano l’immagine delle illustri vittime e dei rappresentanti della Metropolitan Police, durante un’indagine sottoposta a subire innumerevoli rinvii e deviazioni.

La giovane detective Maria Sabatini, per poter superare le difficoltà di questo terrificante caso, dovrà rivolgersi ad un misterioso personaggio di Scotland Yard, affidando il proprio destino ad un umo il cui potere sembra non avere confini.

Il Tempo delle donne

Di Riccardo Mazzocchio

E se il mondo fosse guidato dalle donne?

Walter è ormai giunto alla fine dei suoi giorni. Accanto a sé ha Tracy, la compagna ritrovata, con la quale condivide non solo un amore mai sopito, ma anche la visione di una società futura a misura di donna. Cosa ha portato Walter a immaginare un tale sconvolgimento? L’idea di una società libera dalla violenza. Scienziato visionario, ha passato gran parte della sua esistenza alla ricerca di un modo per imbrigliare il potere della mente e raggiungere il controllo delle pulsioni umane. Una vita incredibile, le cui vere protagoniste, origine e spunto di quella visione, sono le donne che l’hanno popolata. Donne che lo hanno influenzato, donne che hanno sofferto, donne che nascondono segreti…

Riccardo Mazzocchio

Neurologo di professione vive a Siena con la moglie e tre gatte. Le figlie ormai sparse per il mondo.  È nato a Trapani nel 1959 quando la maternità era difronte al mare e Favignana al di là del porto. Solo in parte la magia della campagna senese ha mitigato la nostalgia della sua Sicilia. Questo suo primo romanzo narra una storia tra scienza e fantascienza, nata da una visione del futuro tutta al femminile. Il lavoro di dieci anni, Il tempo delle donne trasmette intuizioni professionali e personali di una vita.