Home Sport Sport Genova

Pallanuoto, Final 8 Champions: Recco supera Brescia

0
CONDIVIDI

L’attesa è finita e lo spettacolo iniziato. Con i quarti di finale si è aperta la Final Eight di Champions League in svolgimento alla piscina Sciorba di Genova fino al 9 giugno. Il clou è nella coda con il derby tra Pro Recco e AN Brescia.

I padroni di casa – a caccia del nono alloro europeo (tredici in totale quelli vinti dalle italiane) – vincono 12-10 ai rigori. I tempi regolamentari erano terminati 8-8 dopo che i liguri avevano condotto per due volte di tre reti (4-1, 5-2). Poi il recupero dei lombardi guidati da Rizzo (autore dell’8-8) e da Muslim autore di una tripletta; ma sono proprio loro due a fallire dai cinque metri nella lotteria finale, dove è Mandic a regalare la semifinale contro lo Jug Dubrovnik ai recchelini, in programma alle 20.30 con diretta su Sky Sport 2 – telecronaca di Dario Massara e commento tecnico del cittì Alessandro Campagna – e sui canali Mediaset Premium ospitati nel bouquet Sky. Brescia che affronterà nella semifinale per il quinto posto i campioni uscenti dello Szolnoki sconfitti 9-8 dallo Jug Dubrovnik.

Pro Recco-AN Brescia 12-10 dtr (8-8)
Pro Recco: Tempesti, Di Fulvio, Mandic, Alesiani, Molina Rios 1, Bodegas 1, Ivovic 3, Echenique 1, Figari 1, Filipovic 1, Aicardi, Gitto, Volarevic. All. Vujasinovic.
AN Brescia: Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti, Guidi, Paskovic, Rizzo 2, Muslim 3, Nora 2, N. Presciutti, Bertoli 1, Janovic, Vukcevic, Morretti. All Bovo.
Arbitri: Dervieux (Fra) e Koryzna (Pol)
Note: parziali 2-1, 2-0, 2-3, 2-4. Uscito per limite di falli Gitto (Recco) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Recco 2/10 e AN Brescia 6/13. Espulsi per gioco violento Paskovic (Brescia) nel secondo tempo per proteste il tecnico Bovo (Brescia) e C. Presciutti (Brescia) nel quarto tempo. Tempi regolamentari 8-8. Ai rigori: Janovic gol, Filipovic gol, N. Presciutti gol, Ivovic gol, Muslim palo, Echenique Saglietti gol, Rizzo parato, Mandic gol.

CRONACA. Cronaca. Il match lo sblocca dopo novanta secondi Muslim che dai sei metri, su assist di Nora, fulmina Tempesti con una girata perfetta. Azione in fotocopia quella dell’1-1 con Bodegas ben servito al centro da Echenique Saglietti. Le due squadre sbagliano molto in extraman: due chance fallite da entrambe le parti. I campioni d’Italia non falliscono la terza con Molina Rios che supera con un diagonale da distanza ravvicinata Del Lungo che poi è superbo due volte su Aicardi in chiusura di primo tempo. Si riparte e ancora lombardi che falliscono la quarta occasione con l’uomo in più (0/4): Rizzo conclude addosso a Tempesti. In seguito è follia di Paskovic che colpisce Di Fulvio a palla lontana e viene espulso per gioco violento. Recco rischia poco in difesa ed è cinica in avanti: così arriva il +3 con due conclusioni perfette dal perimetro di Figari e Ivovic per il 4-1 all’intervallo lungo. Al settimo extraman si sblocca Brescia con il mancino Nora (4-2). Il Recco torna a distanza di sicurezza con Filipovic (5-2), complice la sfortunata deviazione di Del Lungo. Brescia con il cuore oltre l’ostacolo e finalmente precisa in superiorità numerica con Muslim e Bertoli che griffano il 5-4.

Il passaggio a vuoto dei recchelini dura poco e Ivovic riporta i suoi sul +2 (6-4) che conclude il terzo quarto. Ultime energie ma quanto spettacolo nel quarto periodo. Brescia sul -1 con l’alzo e tiro di Muslim (6-5). Del Lungo è superbo su Bodegas e Mandic ma poi capitola sulla conclusione dai sette metri di Echenique Saglietti (doppio extraman). per il 7-5. Tutto l’orgoglio dei lombardi è nei due destri potenti di Rizzo che non lasciano scampo a Tempesti per il 7-7 a due minuti dalla fine. L’inerzia dell’incontro è dalla parte di Brescia ma Ivovic (perimetro) è in serata di grazia e firma il nuovo sorpasso 8-7. Neanche il tempo di respirare che Nora (uomo in più) trova l’angolino giusto per l’8-8 a diciotto secondi dalla fine. Ivovic in extra player fallisce all’ultimo battito di ciglio il 9-8 rimandando la qualificazione alla semifinale ai rigori. Dai cinque metri decisivi gli errori di Muslim (palo) e Rizzo (super Tempesti) e la trasformazione di Mandic.

LE ALTRE PARTITE. In apertura di programma il successo di misura dell’Olympiacos per 6-5 sui tedeschi dello Spandau 04 Berlin. I tedeschi tengono fino al 4-4 di Stamm; poi lo strappo decisivo degli ellenici con la doppietta di Genidounias che vale il 6-4 dopo cinque minuti dell’ultima frazione. I biancorossi affronteranno in semifinale il Barceloneta che, trascinata dalla quaterna di Munnariz Egana e da una difesa super, batte facilmente 9-4 i magiari dello ZF Eger; i catalani, avanti 5-4 a metà gara, scappano nel terzo e quarto tempo, blindando la porta di Lopez Pinedo per sedici minuti e piazzando un 4-0 che spegne le velleità degli avversari. Eliminati, un po’ a sorpresa, i campioni uscenti dello Szolnok sconfitti 9-8 dallo Jug Dubrovnik. Match sempre in equilibrio: determinante il mini break dei croati con Lozina e Loncar che fissano il +2 (9-7) a cinquantaquattro secondi dalla conclusione.
Calendario dell’evento
Quarti di finale – Giovedì 7 giugno

Olympyakos (Gre)-Spandau Berlino (Ger) 6-5
trasmessa in diretta streaming sul sito Len http://www2.len.eu/

Eger (Ung)-Barceloneta (Spa) 4-9
trasmessa in diretta streaming sul sito Len http://www2.len.eu/

Jug Dubrovnik (Cro)-Szolnok (Ung) 9-8
trasmessa in diretta tv su Sky Sport 2 HD e Mediaset Premium

Pro Recco-AN Brescia 12-10 dtr
diretta tv su Sky Sport 2 HD e Mediaset Premium

Venerdì 8 giugno – Semifinali
19.00 Olympiakos-Barceloneta
diretta su Sky Sport 2 HD

20.30 Pro Recco-Jug Dubrovnik
diretta su Sky Sport 2 HD

Sabato 8 giugno – Finali
16.00 / Settimo posto
17.30 / Quinto posto
19.00 / Terzo posto
20.30 / Primo posto
in diretta su Sky Sport 2 HD
Vai al play by play di tutti gli incontri

ALBO D’ORO

Coppa dei Campioni
1963-64 Partizan Belgrado (Jug)
1964-65 Pro Recco (Ita)*
1965-66 Partizan Belgrado (Jug)
1966-67 Partizan Belgrado (Jug)
1967-68 Mladost Zagabria (Jug)
1968-69 Mladost Zagabria (Jug)
1969-70 Mladost Zagabria (Jug)
1970-71 Partizan Belgrado (Jug)
1971-72 Mladost Zagabria (Jug)
1972-73 Osc Budapest (Hun)
1973-74 Mgu Mosca (Urss)
1974-75 Partizan Belgrado (Jug)
1975-76 Partizan Belgrado (Jug)
1976-77 Csk Mosca (Urss)
1977 Canottieri Napoli (Ita)*
1978-79 Osc Budapest (Hun)
1979-80 Vasas Budapest (Hun)
1980-81 Jug Dubrovnik (Jug)
1981-82 Cn Barcellona (Esp)
1982-83 Spandau Berlino (Ddr)
1983-84 Stefanel Recco (Ita)*
1984-85 Vasas Budapest (Hun)
1985-86 Spandau Berlino (Ddr)
1986-87 Spandau Berlino (Ddr)
1987-88 Sisley Pescara (Ita)*
1988-89 Spandau Berlino (Ddr)
1989-90 Mladost Zagabria (Jug)
1990-91 Mladost Zagabria (Jug)
1991-92 Jadran Spalato (Cro)
1992-93 Jadran Spalato (Cro)
1993-94 Ujpest Budapest (Hun)
1994-95 Catalunia Barcellona (Esp)
1995-96 Mladost Zagabria (Cro)
1996-97 Themis Posillipo (Ita)*
1997-98 Themis Posillipo (Ita)*
1998-99 Splitska Spalato (Cro)
1999-2000 Naftagas Becej (Jug)
2000-2001 Jug Dubrovnik (Cro)
2001-2002 Olympiakos Pireo (Gre)
2002-2003 Pro Recco (Ita)*

Eurolega
2003-2004 Honved Budapest (Hun)
2004-2005 Lottomatica Posillipo (Ita)*
2005-2006 Jug Dubrovnik (Cro)
2006-2007 Pro Recco (Ita)*
2007-2008 Pro Recco (Ita)*
2008-2009 Primorac Kotor (Mne)
2009-2010 Pro Recco (Ita) *
2010-2011 Partizan Belgrado (Srb)

Champions League
2011-2012 Ferla Pro Recco (Ita) *
2012/2013 Stella Rossa Belgrado (Srb)
2013/2014 Atletic Barceloneta (Esp)
2014/2015 Pro Recco (Ita) *
2015/2016 Jug Dubrovnik
2016/2017 Szolnoki Dózsa-Közgép (Ung)
* 13 successi italiani