Home Sport Sport Italia

Pallanuoto, A1M: sorpresa Brescia, Recco ko

0
CONDIVIDI

Si è giocata sabato 27 aprile la ventiquattresima e terz’ultima giornata dell’A1 maschile.

Al quinto tentativo stagionale, dopo i ko nella finale di Coppa Italia, nei due match di Champions league e all’andata in Campionato, l’AN Brescia, con un gol di Figlioli quasi all’ultimo respiro, supera 9-8 la Pro Recco e resta da sola in testa alla regular season. Apre le marcature Figlioli; Aicardi e Ivovic firmano il 2-1 per il Recco. Nicholas Presciutti e Rizzo riportano i padroni di casa in vantaggio (3-1), ma Velotto e Echenique ribaltano nuovamente il risultato: 4-3 a fine primo quarto. Fra seconda e terza frazione la formazione di Bovo sigla il primo break della gara con Presciutti, Janovic, Muslim, Figlioli e Gallo che vale l’8-4 di metà terzo tempo. Dopo quasi 15′ senza segnare Filipovic prima e Ivovic poi riaprono il match fino all’8-8 di Di Fulvio e Aicardi. E’ Figlioli a decidere l’incontro a 19″ dalla sirena con una rete in extraman.

La Sport Management, terza, soffre un tempo la Canottieri Napoli (4-3) poi dilaga vincendo 20-7. Quaterne per Mirarchi e Alesiani. Nel derby siculo la spunta il CC Ortigia che batte di misura 11-10 la Nuoto Catania in un match però sempre in vantaggio. Etnei che tengono botta fino al 5-5 di Catania (ottima la sua tripletta); poi l’Ortigia scappa grazie a Espanol, Napolitano e Rotondo che danno il + 3 a fine terzo tempo che i padroni di casa riescono a sfruttare nonostante le reti in superiorità nel finale di Privitera e Torrisi. Per i siracusani tre punti che legittimano i playoff mentre Catania dovrà affrontare le forche caudine dei playout per la salvezza.
Otto giocatori di movimento a segno e nove azioni in inferiorità numerica neutralizzate per il Circolo Nautico Posillipo che sconfigge 13-7 la Bogliasco Bene, confermandosi al quarto posto nella regular season.
Un gol di Bini a novanta secondi dalla fine consente alla RN Florentia di superare 8-7 la Lazio Nuoto. Tantissimi rimpianti per i biancocelesti avanti 6-5 e 7-6 nell’ultimo periodo. Nel finale il mini break decisivo dei gigliati con Coppoli e Bini che ribaltano il punteggio. Toscani che salgono al sesto posto, l’ultimo utile per l’accesso alla final six, in coppia con la Roma Nuoto corsara in casa della Genova Iren Quinto. I giallorossi conducono addirittura 7-2 nell’ultimo tempo, poi la veemente ma tardiva rimonta dei liguri che si ferma sul 7-6 finale di Vavic.
E 7-7 finisce anche lo scontro salvezza RN Savona-Pallanuoto Trieste. I giuliani sono avanti 4-3 all’inversione di campo ma poi perdono d’incisività con l’uomo in più. I liguri prima mettono la testa avanti con Novara e Piombo (5-4) e in seguito con la doppietta di Milakovic producono lo strappo decisivo (7-5). Biancorossi che salgono al nono posto, che garantirebbe la salvezza diretta, insieme a Quinto e Lazio, con due punti di vantaggio sulla Canottieri Napoli e quattro rispetto a Trieste. Penutlima con sedici punti la Nuoto Catania che mantiene sei punti di vantaggio sulla Bogliasco Bene cui serve una vittoria sabato prossimo per evitare la retrocessione in A2.
.

A1 maschile

24^ giornata – sabato 27 aprile

Sport Management-Canottieri Napoli 20-7
CC Ortigia-Nuoto Catania 11-10
RN Savona-Pallanuoto Trieste 7-6
Bogliasco-CN Posillipo 7-13
RN Florentia-Lazio Nuoto 8-7
Iren Genova Quinto-Roma Nuoto 7-6
AN Brescia-Pro Recco 9-8 – trasmessa su Waterpolo Channel