Home Consumatori Consumatori Genova

Nuovi servizi per disabili a Camogli

0
CONDIVIDI
Il barchino-Camogli
Il barchino-Camogli

Nuovi servizi per disabili a Camogli. “Il barchino” offre supporto alle persone con disabilità che voglio accedere alla spiaggia.

Nuovi servizi per disabili a Camogli, tutti i dettagli.

Il Comune di Camogli e la Lega Navale Italiana (LNI) hanno sottoscritto un protocollo triennale (2021- 2023) che prevede di operare in sinergia per fornire servizi alle persone con disabilità implementando le politiche in loro sostegno e favorendone l’inclusione sociale e la tutela, e anche di offrire un servizio di monitoraggio e raccolta di rifiuti in mare, con l’utilizzo di un apposito mezzo polivalente.

Il mezzo polivalente, soprannominato “il barchino” – entrato in servizio il 15 Giugno – fa parte di un Progetto che si rinnova dal 2017 per l’attività di supporto alle persone affette da disabilità che vogliono accedere alla spiaggia libera (porzione in concessione alla Lega Navale e Club Vela) con l’utilizzo di idonee passerelle, e al mare, con l’utilizzo di carrozzine idonee, di lettini e di passerelle messe a disposizione dal Comune, e anche per la gestione dei bagni e delle docce della stessa porzione di spiaggia.

Il barchino è in grado di trasportare 4 carrozzine per disabili e ha un sistema basculante a prua che semplifica l’imbarco. Viene utilizzato per trasportare i disabili motori alla spiaggia di San Fruttuoso, per loro difficilmente accessibile. Durante la stagione balneare 2022 sono stati fatti nuovi test per pianificare l’utilizzo durante le prossime stagioni in tutta sicurezza.

Sono stati introdotti servizi anche per le persone non vedenti: l’accoglienza alla stazione ferroviaria o alla fermata del bus di Camogli previa prenotazione, l’accompagnamento in spiaggia, l’installazione di corde lungo le pedane fino all’arenile per consentire di raggiungere il mare in autonomia, il posizionamento e monitoraggio del percorso in acqua delimitato da boe e da un meccanismo sonoro con sorveglianza da terra per favorire l’autonomia dei non vedenti in mare.

Il “barchino” è stato utilizzato anche per la posa e il controllo quotidiano delle panne antinquinamento, per il trasporto di materiale di sicurezza per la balneazione, per il monitoraggio e la raccolta dei rifiuti nel porto di Camogli e lungo il litorale costiero da Punta Gaiassa al Cenobio dei Dogi.

Negli oltre due mesi di operatività, molti giovani volontari della LNI si sono alternati nell’attività di supporto ai disabili e di monitoraggio delle acque.

Nello specifico, dal 15 giugno al 15 settembre sono stati raccolti 309 Kg di plastica e 77 Kg di altri rifiuti.

L’assessore Tino Revello afferma:

“A inizio anno è prevista una nuova programmazione del servizio per la prossima estate, auspico una continuazione del percorso, data l’importanza per la salvaguardia della costa e per garantire la pulizia del mare.

Un sentito ringraziamento ai giovani volontari, che hanno avuto modo di sensibilizzarsi sulle tematiche ambientali e sociali,e ai dirigenti della LNI che li hanno guidati in questa importante azione di prevenzione, cura e tutela”.