Home Consumatori Consumatori Genova

Nuova immagine del distretto commerciale di Prè

0
CONDIVIDI
Nuova immagine del distretto Commerciale di Prè

Vince “Caruggio de Prè”, con i panni stesi alle finestre dei caruggi, il concorso del Comune, per trovare l’immagine del distretto commerciale del centro storico

Al via una campagna video per far conoscere le attività riaperte in via Prè
Link per il download https://wetransfer.com/downloads/bbc4d41d45e3537474e72fb0a3586b0d20200702111205/d79798753fa5cf7d8ba7108a2c567e2120200702111229/ea76f2

Si è conclusa con la vittoria del “Caruggio de Prè”, con i caratteristici panni stesi alle finestre dei caruggi e la bandiera bianco rossa genovese, la votazione sulla pagina Facebook del Comune di Genova per quella che diventerà l’immagine del nuovo distretto commerciale del centro storico.

Questi i numeri della vittoria sull’altra proposta, che rappresentava la sagoma stilizzata di un dragone accompagnata dalla scritta “Una via PREziosa”: l’80,6 per cento dei votanti ha preferito “Caruggio de Prè” e il 19,4 per cento il dragone e “Una via PRE ziosa”. Entrambi i loghi sono stati creati dagli studenti della 4at dell’Istituto Vittorio Emanuele II – Ruffini.

La riqualificazione di via Prè è uno degli obiettivi che l’amministrazione comunale si è posta fin dall’inizio del suo mandato, come spiega l’assessore al Commercio e all’Artigianato Paola Bordilli: “Abbiamo ritenuto fondamentale mettere in campo azioni di partecipazione condivisa a sostegno di queste nuove aperture, di vetrine che tornano a illuminare una via per noi così importante. Abbiamo voluto farlo anche attraverso il coinvolgimento sia delle giovani generazioni, gli studenti che hanno disegnato l’immagine in questione, sia della città e dei suoi cittadini che hanno votato e scelto e che devono sentirsi i principali attori e promotori della rinascita del quartiere. Vogliamo che il centro storico sia vissuto come un luogo dove andare a riscoprire le radici, vivere il presente e far vivere tutti queste emozioni ai turisti”.

La campagna video

Il Comune di Genova ha promosso un bando per rilanciare una decina di locali vuoti e riaccendere le vetrine in via Prè, per promuovere la valorizzazione del Centro storico. Per far conoscere i vincitori del bando è stata realizzata una serie di video che, a partire da oggi e con cadenza settimanale ogni sabato, racconteranno in pillole di circa un minuto la loro scommessa imprenditoriale. I protagonisti sono stati intervistati all’interno dei loro locali nel momento dell’inaugurazione o nel corso dei lavori di ristrutturazione. I video saranno diffusi sui canali social del Comune, le pagine Youtube, Facebook, Twitter e Instagram.

Le nuove attività

Le prime due attività che hanno già aperto, grazie al bando del Comune di Genova per il rilancio di via Prè, sono un atelier artistico di ceramica e un’attività dedicata alla mobilità sostenibile, con affitto di biciclette ed e-bike.

In via Prè 153-155RR Paolo D’Angeli ha aperto il suo atelier di ceramica, cambiando vita. Torinese e ligure d’adozione, si occupava di installazione di impianti ma a 53 anni ha deciso di mollare la precedente attività e di seguire una sua passione maturata da ragazzo al liceo artistico, la ceramica, a cui si dedicava come passatempo. D’Angeli, che ha di recente realizzato un’opera per la passeggiata di Albissola marina, si definisce un ceramista atipico, appassionato di design, che crea pezzi unici e originali, senza usare stampi e presse.

Il negozio dedicato alla mobilità sostenibile, in via Prè 121-123 RR offre noleggio e-bikes, tour personalizzati ed ecologici, deposito bagagli, servizi di assistenza ai ciclisti urbani, apre in via di Prè 121-123RR. Si chiama Treecycle ed è gestito da Erica Benincà e da Gavino Haberling, i gestori del servizio già conosciuto di tour in risciò nel centro storico.

Le aperture proseguiranno scaglionate entro l’autunno e attualmente sono in corso i lavori di ristrutturazione dei locali. Nelle prossime settimane apriranno nell’area di Pré, tra le altre attività, una liuteria, falegnameria e accessoristica in legno, una merceria e laboratorio di stampa su tessuto, un ristorante con cucina ligure, una vendita di prodotti alimentari tipici, una caffetteria-libreria e uno studio fotografico.