Home Politica Politica Genova

Nervi, Comune approva 5 progetti. Porticciolo: al posto della piscina una darsena

0
CONDIVIDI
Porticciolo di Genova Nervi

La giunta comunale di Genova oggi ha approvato, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Pietro Piciocchi, i progetti definitivi di cinque interventi nella delegazione di Nervi per 9 milioni e 400 mila euro.

Due riguardano il porticciolo, con la riqualificazione dell’area e il ridisegno del molo di protezione e delle banchine. Ci sono poi il progetto definitivo per l’adeguamento idraulico del torrente Nervi, che renderà navigabile il tratto terminale e gli importanti interventi per la demolizione e ricostruzione degli accessi a mare dalla Passeggiata Anita Garibaldi, con i lavori di recupero e restauro dei Parchi storici di Nervi.

“Si tratta di interventi che cambieranno il volto della delegazione – ha spiegato Piciocchi – contiamo di partire con i lavori già a gennaio sul Porticciolo. Puntiamo su una riqualificazione della baia di Nervi e di tutta l’area”.

Palazzo Tursi ha riferito che al posto della vecchia piscina al porticciolo di Nervi verrà realizzata una nuova darsena con una sistemazione a gradoni: “i lavori, per un importo previsto di 2 milioni e 500 mila euro partiranno a gennaio del prossimo anno”.

Per il nuovo molo e la nuova diga gli interventi prevedono (per un importo di 2 milioni e 700mila euro) l’adeguamento funzionale del molo di protezione e delle banchine.

Prevista anche la realizzazione di una diga per evitare fenomeni di interramento a mare.

Alla fine dei lavori “verrà alla luce un nuovo molo da 34 metri per l’accosto dei traghetti”.

Per il torrente Nervi, i lavori partiranno all’inizio del prossimo anno per un valore di complessivo 2 milioni e 400mila euro e “consentiranno di mettere in sicurezza il corso d’acqua in caso di piena”.

Verrà poi spostata la “briglia” a circa 30 metri dal ponte per consentire la navigabilità della parte terminale del torrente.

Per gli accessi a mare dalla Passeggiata, i lavori (per un importo di 400mila euro) consistono in “sistemazioni diffuse della scogliera danneggiata dalle recenti mareggiate. Verrà ripristinata una scala ora inagibile all’altezza di Villa Gropallo”.

Per il restauro e valorizzazione dei Parchi “l’obiettivo è di riportare al loro antico splendore le ville Serra, Grimaldi e Gropallo. L’intervento si inserisce in un’azione di più ampia valorizzazione del verde e dei parchi cittadini e consiste nella conservazione e recupero dell’impianto storico e dei caratteri scenografici dei parchi con quinte vegetali, reinserimento di alberi, recupero o reinserimento di siepi e di vegetazione tappezzante delle aree ombrose e la riqualificazione dei prati”.