Home Consumatori Consumatori Savona

Nasce Marina di Alassio Sea Experience

0
CONDIVIDI
Nasce Marina di Alassio Sea Experience

Un piano per promuovere l’outdoor del mare​, nell’incontro con tutti gli operatori del segmento mare per il lancio di una campagna di comunicazione mirata

Tutte le destinazioni turistiche si stanno posizionando con proposte experience: dai tour alle attrazioni, dall’enogastronomia allo shopping. Anche la società Marina di Alassio S.p.A., la partecipata del Comune, con i suoi operatori dell’intrattenimento e delle attività legate al mare intende giocare un ruolo nel progetto di rilancio con una serie di prodotti turistici incentrati sull’outdoor del mare. Di qui la riunione indetta dal direttore del porto Marino Agnese su indicazione dell’Assessore alle Società Partecipate, Fabio Macheda per lanciare un progetto di comunicazione finalizzato a promuovere in modo coordinato tutte le proposte esperienziali offerte dagli operatori del porto L. Ferrari.

Il focus ha coinvolto: il Dive Team Mola Mola (Diving, Snorkeling, Whale Watching, Tour isola Gallinara); la Cooperativa Mare (Ittiturismo, Pescaturismo, Laboratori cucina, Acciugotto); il Cnam con la Scuola di vela e il settore escursionistico cone la marcia acquatica e l’associazione VI Continente Diving center (Mermaiding, Scuola di sub, Diving, Bio Snorkeling)

Le attività proposte nell’ambito del progetto “Marina di Alassio Sea Experience” spaziano da: gite in barca all’isola Gallinara, bio snorkeling, avvistamento cetacei, serate a bordo, visita al sito archeologico subacqueo, scuola di vela, scuola di marcia acquatica, mermaiding: disciplina acquatica divertente e originale che prevede di nuotare indossando una coda di sirena, fino al pescaturismo e ittiturismo con la possibilità di gustare il pescato fresco del giorno a bordo del Motopesca “Acciuga” o di pernottare una notte a bordo del Motopesca “Don Carlo” con l’escursione Boat & Breakfast.

I prodotti “experience” investono le sfere più intime del turista: coinvolgono i sensi, le emozioni, agiscono sui processi cognitivi e incidono significativamente sulle relazioni e sugli stili di vita e sui comportamenti come, ad esempio, nei segmenti natura e cultura.

Nel piano di comunicazione saranno impegnati i futuri accompagnatori turistici Chiara Serra, Alessia Fera, Federico Bonelli, Jasmine Capponi, Giulia De Filippo, Giorgia Gallizia, Camilla Losno, Matteo Massolo, Emanuele Raimondo, Elvio Fognani, Alice Salvatico e Norma Viapiano, nell’ambito di un project work di marketing esperienziale, coordinato dal docente Franco Laureri, incentrato sul segmento esperienziale dell’outdoor del mare.

Come afferma Fabio Macheda Assessore alle società partecipate del comune: “Marina di Alassio Sea Experience è un progetto di promozione incentrato sul content marketing e sullo sviluppo di alleanze strategiche tra la Marina di Alassio S.p.A. e gli attori sociali ed economici del bacino d’utenza del porto, capace di capitalizzare attraverso il concetto di “competizione” le straordinarie potenzialità turistiche del nostro territorio”.

“Grazie a questo progetto di formazione – dichiara Marino Agnese, direttore del Porto L. Ferrari – la Marina di Alassio potrà mettere a sistema tutte le sue proposte esperienziali con il supporto della stagista Jasmine Capponi, che coordinerà tutti gli aspetti del social media marketing, promozione dell’offerta turistica a accoglienza turistica nella nostra marina”.

“Come Marina di Alassio – la conclusione del Presidente della partecipata, Rinaldo Agostini – intendiamo promuovere lo sport e la cultura del mare nonchè i servizi che il porto e tutte le associazioni e gruppi sportivi che vi operano forniscono e non solo nel periodo estivo. Sono tantissime le attività che si possono svolgere tutto l’anno nello straordinario contenitore che è il Porto Luca Ferrari. C’è un ampio ventaglio di possibilità per trascorrere giornate e serate per vivere il mare a 360° sopra e sotto la superficie dell’acqua. Il porto è la casa di tutto questo straordinario mondo e, perché la gente possa conoscerlo e viverlo, è fondamentale una corretta comunicazione”.