Home Politica Politica Genova

Lega: M5S vuole pazienti Covid in tenda per risparmiare, ma per migranti 1.5 milioni a traghetto

0
CONDIVIDI
Alessandro Piana, Edoardo Rixi e Franco Senarega (Lega)

“Subito i soldi per loro, per gli italiani c’è tempo: il M5S vuole trasferire i liguri malati di Covid-19 dalla nave ospedale di Genova in ospedali militari da campo per risparmiare denaro pubblico, ma il suo Governo, come già spiegato dall’onorevole Edoardo Rixi, continua ad accogliere i migranti in quarantena sulle navi Tirrenia sborsando 1.5 milioni di euro per ogni traghetto, dove vengono serviti pure menù etnici. Una vergogna”.

Lo hanno dichiarato oggi il presidente dell’Assemblea legislativa della Liguria e consigliere regionale Alessandro Piana e il capogruppo regionale Franco Senarega (Lega).

Salvatore: nave ospedale costa troppo, malati Covid-19 in ospedali militari da campo

“Infatti – hanno aggiunto Piana e Senarega – secondo quanto dichiarato ieri dalla collega pentastellata Alice Salvatore ‘la nave ospedale ormeggiata nel porto di Genova costa alle casse regionali quasi un milione di euro al mese per coprire 146 posti letto per i convalescenti da Covid-19, che potrebbero benissimo essere ospitati in ospedali militari da campo, pronti in 48 ore’.

A prescindere dall’entità dei costi indicati, sui quali ci sarebbe da discutere, non si capisce per quali motivi gli italiani che sono anziani o di mezza età e ancora deboli e malati debbano finire sotto una tenda, mentre i migranti che sono giovani e forti debbano essere ospitati, con tutti i comfort, nelle cabine di navi pagate fior di soldi pubblici.

In realtà, a queste forze di Governo gli italiani non interessano, vogliono svendere il nostro Paese e si piegano ai Paesi del Nord della UE che, peraltro, non accolgono i migranti trasportati in mare dalle loro Ong.

A noi invece il bene dei liguri e degli italiani interessa, eccome.

Pertanto, i nostri malati non si toccano e i pazienti Covid-19 rimarranno sulla nave ospedale di Genova fino a quando sarà necessario. Costi quel che costi”.