Home Sport Sport Genova

Le veliste della W Sailing Academy protagoniste alla 151 Miglia

0
CONDIVIDI
Le ragazze della Women Sailing Academy

GENOV. 2 GIUG. La Decima edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, con 220 barche in gara, è stata vinta in tempo reale da “Rambler 88”. Alla regata hanno preso parte con successo le veliste della Women’s Sailing Academy che ha sede a Chiavari.

“Rambler 88” è uno splendido Maxi, armato da George David, che è stato condotto al successo dallo skipper neozelandese Brad Butterworth, vincitore di diverse edizioni dell’America’s Cup. Al secondo posto si è piazzato “Vera” di Bouwe Bekking ed al terzo “SuperNikka” di Roberto Lacorte. L’ altro Trofeo Challenge in palio è stato vinto dal Comet 38 “Scricca” di Leonardo Servi, primo in ORC Overall. Gli altri premiati sono andati a “Niquida” di Lorenzo Merlini Manzoni (Gran Crociera), “Rossko” di Timofey Zhbankov (IRC Overall) d a “Vera” che oltre ad aver chiuso al secondo posto in tempo reale dietro Rambler 88, si è aggiudicato la classifica IRC Over 60 riservata ai Maxi, davanti allo stesso Rambler e a SuperNikka.

Alla regata hanno preso parte anche le straordinarie marinaie della Women’s Sailing Academy che hanno regatato sullo Swan 42 Koirè Spirit of Nerina. L’ equipaggio formato da sole donne si è fatto onore: alla fine si è piazzato al sesto posto nella classe ORC Gruppo Zero ed ha a ottenuto il 29esimo posto assoluto su una flotta di 220 barche. La gara è stata organizzata da un Comitato formato da YC Repubblica Marinara di Pisa, YC Punta Ala e YC Livorno, con la collaborazione del Porto di Pisa, del Marina di Punta Ala, dei partner PharmaNutra S.p.A. con il brand Cetilar®, Rigoni di Asiago, North Sails, TAG Heuer e Devitalia Telecomunicazioni, che ha garantito la connettività sia al Porto di Pisa che al Marina di Pisa. La 151 Miglia-Trofeo Cetilar era valida quale tappa del Campionato Italiano Offshore della FIV, del Mediterranean Maxi Offshore Challenge (circuito di regate riservato ai Maxi Yachts) e del Trofeo Arcipelago Toscano.

Ma le straordinarie veliste dell’ Accademia di vela al femminile non si sono fermate. Il loro progetto a favore dell’AIRC infatti proseguirà da oggi sempre sul Koyré Swan42 Spirit of Nerina dove questa volta saranno guidate dal Comandante Paolo Zeni per una navigazione da Punta Ala a Saint Tropez. Si tratta di una traversata da Punta Ala a St Tropez lunga 185 miglia nautiche. La rotta sarà decisa in base alle condizioni meteo e ad insindacabile giudiziose del comandante.

La Women’s Sailing Academy ASD fa parte del progetto Women’s Sailing Cup & Academy nato nel 2015 da una idea della campionessa di vela Anne-Soizic Bertin e dalla comunication manager Ivana Quattrini allo scopo di promuovere la vela come stile di vita salutare e raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro a favore di AIRC. Con il progetto Women’s Sailing Cup & Academy, 100% Donne, Sport e Solidarietà e al Team Falchette di AIRC capitanato dalla campionessa Lucia Pozzo, l’Associazione promuove la vela amatoriale e raccoglie fondi per la borsa di studio Falchette di AIRC. Lo slogan della associazione è: chi ama la vita, si diverte, va in vela e sostiene la ricerca.

La Academy, che è diretta dalle campionesse di vela Anne-Soizic Bertin e Lucia Pozzo, pone particolare attenzione alla crescita della vela tra la popolazione femminile a scopo preventivo e riabilitativo.
La base operativa del progetto è Chiavari. Per avere maggiori informazioni è possibile contattare direttamente l’ indirizzo di posta elettronica info@womenssailingacademy.com
CLAUDIO ALMANZI