Home Cronaca Cronaca Genova

Lavori e code infinite, ex a.d. di Aspi indagato nell’inchiesta del crollo galleria Bertè in A26

0
CONDIVIDI
Ex a.d. Autostrade Giovanni Castellucci (foto di repertorio)

L’ex amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Giovanni Castellucci risulta indagato dalla procura di Genova anche per la vicenda dei tunnel autostradali, nell’ambito dell’inchiesta aperta dopo il crollo della volta della galleria Bertè in A26 la Genova – Gravellona Toce il 30 dicembre dell’anno scorso.

Quella sera caddero oltre due tonnellate di cemento, ma per fortuna nessun mezzo rimase coinvolto.

A seguito di quell’episodio partì una nuova inchiesta giudiziaria su Aspi e scattarono i controlli sulla rete autostradale, con i conseguenti interventi di manutenzione che hanno causato code chilometriche in Liguria e notevoli danni economici.

Inoltre, la procura di Genova indaga per tentata truffa per le spese per rimediare agli errori di progettazione delle barriere fonoassorbenti fatte passare come migliorie.

Nel fascicolo risulta indagato Giovanni Castellucci. Secondo l’accusa, la vecchia gestione di Aspi avrebbe ottenuto un tornaconto economico per diminuire i debiti assunti verso lo Stato con la sottoscrizione della “Convenzione unica”.