Home Consumatori Consumatori Genova

Istat | In Liguria, 7166 sinistri e 64 morti +25% rispetto a 2020

0
CONDIVIDI
Istat | In Liguria, 7166 sinistri e 64 morti +25% rispetto a 2020
Un incidente stradale

Lo si legge nel report annuale dell’Istat sugli incidenti stradali con lesioni a persone

Nel 2021 si sono verificati in Liguria 7.166 incidenti stradali che hanno causato la morte di 64 persone e il ferimento di altre 8.766.

Rispetto al 2020, sono in aumento gli incidenti (+25%), le vittime della strada (+8,5%) e i feriti (+27,4%).

E’ quanto si legge nel report annuale dell’Istat sugli incidenti stradali con lesioni a persone, nella sezione dedicata alla Liguria.

Nel periodo 2001-2010 le vittime della strada si sono ridotte in Liguria del 51,4%, più della media nazionale (-42,0%) mentre fra il 2010 e il 2021 si registrano variazioni, rispettivamente, di -23,8% e -30,1%.

Nello stesso periodo l’indice di mortalità in Liguria non ha subito variazioni. Ovvero 0,9 deceduti ogni 100 incidenti, meno della media nazionale (1,9 decessi ogni 100 incidenti).

Nel 2021 aumento dell’incidenza degli utenti vulnerabili per età (bambini, giovani e anziani) morti in incidente stradale.

Sono il 54,7% contro una media in Italia del 43,9%. Aumenta tra il 2010 e 2021 l’incidenza di pedoni deceduti passando da 16,7% a 28,1%, ben più della media nazionale, aumentata da 15,1% a 16,4% Per quanto riguarda i costi sociali relativi a incidenti stradali con lesioni alle persone nel 2021 sono stimati in oltre 600 mln euro (397 euro pro capite) per la Liguria che incide per il 3,7% sul totale nazionale.

Nell’anno l’indice di lesività aumenta da 120 a 122,3.

Diminuiscono, invece, l’indice di mortalità (da 1,0 a 0,9 decessi ogni 100 incidenti) e quello di gravità che passa dallo 0,9 a 0,7.

L’indice di mortalità diminuisce nelle province di Genova, Imperia e La Spezia, cresce in quella di Savona.

Ancora il tasso di mortalità è più alto nella fascia d’età 15-29 anni (6 per 100mila abitanti) e per quella 65 e oltre (5,9 per 100mila abitanti).

I conducenti dei veicoli coinvolti rappresentano il 64,1% delle vittime e il 69,3% dei feriti, le persone trasportate il 7,8% dei morti e il 18,5% dei feriti, i pedoni il 28,1% dei deceduti e il 12,3% dei feriti.

L’89,9% dei pedoni vittima di incidente stradale appartiene agli over 65 mentre il 61,3% dei pedoni feriti ha più di 44 anni.