Home Politica Politica Genova

Infermiere aggredito al Galliera, Viale: inasprire pene e più controlli nei pronto soccorso

0
CONDIVIDI
Pronto soccorso ospedale Galliera (foto d'archivio)

“L’aggressione della notte scorsa all’ospedale Galliera è stato un episodio grave, di cui è stato nuovamente vittima un operatore sanitario al quale va un augurio di pronta guarigione”.

Lo ha dichiarato oggi la vicepresidente e assessora regionale alla sanità Sonia Viale (Lega).

Aggressione Pronto Soccorso del Galliera: paziente rompe mano a infermiere

“Siamo di fronte a episodi purtroppo ormai frequenti negli ospedali italiani – ha aggiunto Viale – per i quali anche il Parlamento si è attivato per l’approvazione di una legge sul tema per inasprire le pene.

Per quanto riguarda le iniziative di Regione Liguria, all’interno del DIAR Area Pronto Soccorso l’argomento è da tempo all’attenzione dei professionisti.

Rassicuro il consigliere regionale del Pd Pippo Rossetti, il quale non ha perso occasione per fare polemica su una vicenda che ha visto autore una persona dipendente da sostanze stupefacenti, che nell’ambito del DIAR partecipano i primari, compreso il responsabile del reparto di Pronto soccorso del Galliera.

I primari sicuramente hanno l’opportunità di proporre i miglioramenti dei modelli organizzativi e di monitorarne l’attuazione.

Inoltre, All’ospedale Galliera esiste il servizio di guardia giurata notturno e sono all’attenzione le predisposizioni di ulteriori accorgimenti che, come confermato dalla direzione generale, ad oggi non erano stati ancora suggeriti.

Ciò che più mi preme è rassicurare gli operatori che non saranno e non sono lasciati soli.

A tal proposito ho recentemente scritto al Prefetto di Genova per il potenziamento dei controlli e del supporto per la sicurezza dei pronto soccorso”.