Home Politica Politica Italia

Immagine errata 100 anni del Milite Ignoto, arrivano le scuse

0
CONDIVIDI
Immagine errata 100 anni del Milite Ignoto, arrivano le scuse
L'immagine errata del Milite Ignoto

Usata immagine di soldati americani della Seconda guerra mondiale

Brutta gaffe dei responsabili della presidenza del Consiglio dei ministri per l’immagine utilizzata per ricordare l’anniversario dei cento anni del Milite ignoto.

Nell’immagine utilizzata per ricordare il Milite Ignoto la cui salma fu inumata all’Altare della Patria nel 1921, sono stati inseriti alcuni soldati americani della Seconda guerra mondiale. Come se non bastasse, lo sfondo è quello di una carta geografica straniera, sembra colombiana.

Si tratta di una rappresentazione che non ha nulla a che fare con il Milite Ignoto e che ha suscitato indignazione e polemiche, dapprima sui social da parte dei cittadini, e poi anche in Parlamento.

“Più che arrabbiati siamo amareggiati vista l’importanza attribuita al centenario del Milite Ignoto dalle varie amministrazioni, anche locali, dalle Forze armate e da diverse istituzioni scolastiche – dichiarano alcuni deputati di Fratelli d’Italia – i nostri deputati hanno chiesto conto di quanto è successo in quanto è necessario capire l’origine di un simile scivolone”.

Fuori dai gangheri la leader di FdI Giorgia Meloni che parla di “clamoroso errore della Presidenza del Consiglio dei Ministri: sui profili social della Struttura di Missione per gli anniversari nazionali di Palazzo Chigi viene postata una grafica istituzionale per il centenario del Milite Ignoto che però non c’entra assolutamente niente con la nostra storia nazionale.

Si vedono, infatti, dei soldati USA della Seconda guerra mondiale e una porzione di cartina geografica che non è l’Italia. Ma come è possibile tale sciatteria? Chi ha autorizzato questo scempio? Fratelli d’Italia presenterà un’interrogazione al Governo, al premier Mario Draghi e al ministro delegato Fabiana Dadone, per conoscere i responsabili di questa indecenza”.

C’è anche chi parla di “vergogna”.

“La Presidenza del Consiglio dei ministri – dichiara il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia) – si dovrebbe scusare con le vittime e con i combattenti, con i familiari e con i defunti. Una sciatteria del genere squalifica chi l’ha fatta. Si dimetta”.

Le scuse dei responsabili della Struttura della Presidenza del Consiglio dei ministri che si occupa di promuovere gli anniversari e che aveva diffuso quella locandina sbagliata sono arrivate in serata.

“Per un refuso – hanno dichiarato – durante le attività di selezione è stata diffusa una immagine inesatta. Abbiamo provveduto a rimuoverla e sostituirla. Pur trattandosi di episodio verificatosi nel contesto di carichi di lavoro particolarmente intensi, saranno adottati provvedimenti. La Struttura di missione esprime sentito rincrescimento, scusandosi per l’errore compiuto”.