Home Cultura Cultura Genova

Genova, al via il progetto per 12 giovani La città si cura

0
CONDIVIDI
Genova, al via il progetto per 12 giovani La città si cura

Progetto “LA CITTà SI CURA”: Anpas e fondazione Carige insieme per la rinascita economica post-Morandi

12 giovani genovesi potranno svolgere un’esperienza di formazione e lavoro in 8 pubbliche assistenze che, successivamente al crollo del ponte Morandi, hanno sostenuto e aiutato i quartieri e gli abitanti della zona.

Finalmente al via presso 8 Pubbliche Assistenze di Genova 12 nuovi tirocini formativi, fulcro del progetto “La Città Si Cura” di Anpas Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze – Liguria, cofinanziato da Fondazione CARIGE con un contributo di € 50.000,00 nell’ambito del bando “Progetto Genova”, una delle importanti iniziative avviate da Fondazione per favorire la rinascita economica e sociale della città dopo il crollo del Ponte Morandi.

I 12 giovani disoccupati hanno affrontato un lungo e impegnativo percorso di formazione, realizzato in collaborazione con l’Agenzia Focus, iniziato nel dicembre scorso e conclusosi a fine gennaio. Dal 1 febbraio hanno quindi potuto iniziare la loro nuova esperienza, forti di competenze e conoscenze di tipo relazionale e linguistico, sui temi della salute e sicurezza sul lavoro e sulle tecniche di primo soccorso e gestione dell’emergenza.

La partenza del progetto, inizialmente prevista nella primavera scorsa, è stata prorogata a causa dell’emergenza sanitaria.

“Diventa quindi ancor più significativo che i ragazzi coinvolti nel progetto beneficino oggi di questa preziosa opportunità – dichiara Lorenzo Risso, presidente Anpas Liguria – e contribuire così con il loro entusiasmo e le loro capacità allo svolgimento dei servizi, mai come oggi così essenziali, che le Pubbliche Assistenze forniscono quotidianamente sul territorio, in particolare in quelle aree della città che due anni fa vissero più di altre sulla loro pelle le conseguenze del crollo del ponte”.

Per 6 di questi giovani, tra 5 mesi, si aprirà un’ulteriore opportunità di inserimento lavorativo. In virtù del meccanismo di cofinanziamento previsto dal bando di Fondazione CARIGE infatti, sarà per loro possibile proseguire nel tirocinio per ulteriori 5 mesi, rafforzando ulteriormente le loro competenze e dando un contributo ancora più rilevante alle attività socio sanitarie delle sedi ospitanti, che copriranno le spese di questa seconda fase del progetto.

Prosegue Risso: “Rinnovo il mio ringraziamento a Fondazione Carige, come Presidente di Anpas e ancor più come cittadino di Genova che ha vissuto quei drammatici momenti in prima linea. Sono sicuro che questi ragazzi sapranno cogliere lo spirito di questa iniziativa e spero che sia solo l’inizio di una bella storia di crescita e collaborazione per il bene ultimo della collettività”.

Per Fondazione Carige è il Segretario Generale Onofrio Contu che sottolinea come “il crollo del Ponte Morandi e la pandemia, hanno trasformato in modo oltremodo rilevante le abitudini quotidiane delle persone e hanno creato una crisi economica e quindi occupazionale di enorme dimensione.

Fondazione Carige, con progetti di varia natura tra i quali il Bando Progetto Genova, frutto della collaborazione con il Comune di Genova, è stata presente ed è presente al fianco delle comunità locali e delle Istituzioni anche con interventi mirati a ridurre il conseguente disagio sociale nel senso più ampio del termine.

È quindi con estremo piacere che Fondazione Carige prende atto dell’avvio del progetto di Anpas Liguria, che darà un importante supporto al territorio”.