Home Sport Sport Genova

Genoa, la carriera di Motta tra Grifone, Parigi e Milano

0
CONDIVIDI

Nato il 28 agosto 1982 a Sao Bernardo do Campo in una famiglia di origini italiane, la carriera di calciatore di Thiago Motta prende slancio nel Clube Atletico Juventus.

Dopo i primordi in Brasile approda giovanissimo in Europa. Con la maglia del Barcellona arriva a vincere una Champions League, due volte la Liga e una Supercoppa Spagnola. Conclusa una breve parentesi nell’Atlético Madrid, il presidente Preziosi lo convince a firmare per il Genoa. Sotto la lanterna risorge a nuova vita dopo i postumi di gravi infortuni, grazie al recupero perfezionato dallo staff tecnico. Con 27 presenze, condite da 6 reti, contribuisce alla storica annata del quinto posto. I punti alla fine sono 68 e aprono le porte ai play-off di Europa League. Nell’Inter vince il ‘triplete’ timbrando scudetto, Champions League, Mondiale per Club e due TIM Cup. Dopo tre stagioni e mezza passa ai francesi del Psg, con cui colleziona 231 partite vincendo cinque Ligue 1, quattro Coppe nazionali, cinque Coppe di Lega e quattro Supercoppe di Francia. Con la nazionale italiana vanta 30 presenze, una rete e il titolo di vice-campione all’Europeo 2014. Appesi gli scarpini al chiodo si cala nel nuovo ruolo di tecnico proprio con la rappresentativa maggiore giovanile del club parigino.