Home Cronaca Cronaca Genova

Fermo amministrativo per nave Ong tedesca Alan Kurdi. Magistrati ora interverranno?

0
CONDIVIDI
Trasbordo migranti da nave Ong tedesca Alan Kurdi a traghetto Rubattino della Tirrenia

Stasera i vertici della nostra Guardia Costiera hanno comunicato che ispettori del Corpo, specializzati in sicurezza della navigazione, hanno sottoposto la nave della Ong tedesca Alan Kurdi ” a un’ispezione volta a verificare l’ottemperanza alle norme di sicurezza della navigazione e di tutela ambientale ad esse applicabili”.

La nave, che nei giorni scorsi aveva trasportato diversi migranti in Italia, poi trasferiti sul traghetto Rubattino della Tirrenia, è ormeggiata nel porto di Palermo.

“L’ispezione hanno spiegato dalla Guardia Costiera – ha  evidenziato diverse irregolarità di natura tecnica e operativa tali da compromettere non solo la sicurezza degli equipaggi, ma anche delle persone che sono state e che potrebbero essere recuperate a bordo, nel corso del servizio di assistenza svolto.

Inoltre, sono state accertate anche alcune violazioni delle normative a tutela dell’ambiente marino.

Pertanto, la nave sarà sottoposta a fermo amministrativo fino alla rettifica delle irregolarità rilevate in sede ispettiva e, per alcune di esse, sarà necessario l’intervento dello Stato di bandiera che detiene la responsabilità della conformità della nave rispetto alle Convenzioni internazionali e alla legislazione nazionale applicabile in materia di sicurezza della navigazione e tutela ambientale”.

In altre parole, al momento si è riusciti a evitare che la nave dell’Ong possa tornare in mare per trasportare altri migranti nel nostro Paese, anziché a Malta o a Tunisi, ossia i porti sicuri più vicini.

Bisognerà vedere se anche stavolta i magistrati siciliani interverranno per dissequestrare la Alan Kurdi, facendola così tornare per mare, come avvenuto in passato in favore di altre navi di Ong straniere che avevano trasportati migranti nel nostro Paese.