Home Cultura Cultura Genova

Economica Chiavari: nuove scoperte al Museo del Risorgimento

0
CONDIVIDI
Berretto garibaldino, forse della spedizione dei Mille o altre conquiste.

Due “nuove” acquisizioni arricchiscono il museo del Risorgimento Italiano della Società Economica di Chiavari. Il prezioso scrigno nel palazzo Ravaschieri nel centro della città, dove sono custoditi preziosi cimeli storici, si arricchisce di due “scoperte” messe a segno da Cesare Dotti, Segretario dell’Economica, che nell’ambito di una risistemazione di alcuni arredi e tra diverso materiale presente nella sede museale, ha riportato alla luce due interessanti oggetti di valenza storica.

« Il primo è un cappelluccio garibaldino – spiega entusiasta Dotti – che abbiamo risistemato e ora è collocato in una delle vetrinette della sala museale accanto ad un altro cappello simile. Il secondo ritrovamento è un bandierone, di notevoli dimensioni, risalente al 1881 ed appartenuto alla “Società dei Reduci dalle Patrie Battaglie” e probabilmente donato in un lontano passato alla Società Economica, che da sempre è vista come istituzione super partes, che può farsi custode del patrimonio storico – artistico e culturale del territorio.»

La grossa bandiera tricolore, incorniciata e protetta, verrà sistemata all’ingresso della sala museale, all’ultimo piano di palazzo Ravaschieri, mentre il berretto è già stato collocato nelle teche del museo. ABov