Home Politica Politica Genova

Dune di Prà, Ariotti: ampliare progetto per ridurre inquinamento acustico anche a Palmaro

0
CONDIVIDI
Fabio Ariotti, presidente Commissione comunale Welfare

“In consiglio comunale ho portato in discussione un’interrogazione per chiedere ulteriori dettagli riguardo le dune antirumore per Prà e l’elettrificazione delle banchine del porto. Si tratta di progetti che puntano a ridurre l’inquinamento ambientale e acustico, con l’obiettivo di creare una zona che faccia da filtro tra le aree portuali e quelle cittadine”.

Lo ha riferito oggi il consigliere comunale Fabio Ariotti (Lega).

“Ho chiesto – ha aggiunto Ariotti – di avviare un progetto anche per la zona di Palmaro che consenta di diminuire concretamente l’inquinamento di cui da sempre soffre per i rumori notturni provenienti dalle lavorazioni portuali.

Oltre al progetto contro l’inquinamento acustico e ambientale ho proposto che vengano ampliate le aree verdi e aumentare i servizi a disposizione per la cittadinanza.

Le banchine elettrificate consentiranno alle navi in sosta di allacciarsi alla rete elettrica e spegnere i generatori di bordo, molto rumorosi e inquinanti.

Argomenti che vanno approfonditi, condivisi e spiegati dettagliatamente in una commissione consiliare dedicata che ho prontamente richiesto”.

“Il progetto delle dune di Prà – ha replicato l’assessore comunale Francesco Maresca – è rientrato nel Decreto Genova. Sono quindi arrivati dei fondi per le infrastrutture portuali e fra queste il commissario straordinario ha fatto comprendere anche il progetto delle dune di Pra’.

I lavori si sono già iniziati nella parte più a levante delle dune. La seconda parte, cosiddetta dune 2, sta per essere discussa in conferenza dei servizi e credo che per la fine del mandato di questa giunta saranno completati del tutto.

Le banchine elettrificate sono già nella parte dove sarà realizzato il Waterfront di levante e ora si sono iniziati i lavori, per circa 8 milioni di euro, per la zona di ponente PSA.

Lì sarà realizzata la ‘gabbia’ da dove partirà l’elettrificazione vera delle navi.

C’è un piano di Sistema di Autorità Portuale che riguarda l’elettrificazione anche della parte centrale della città (Sampierdarena e il porto) in modo che Genova sia il primo porto totalmente elettrificato.

Per quanto riguarda Palmaro sono disponibile ad affrontare le problematiche in una commissione consiliare da tenersi a breve”.