Home Cronaca Cronaca Genova

Disastro treni in Liguria, pendolari infuriati: denunciamo RFI pagheranno caro

0
CONDIVIDI
Caos e disastro treni in Liguria, viaggiatori infuriati

Pesanti ritardi, treni bloccati e soppressi. Pendolari infuriati. Disastro Trenitalia e convogli nel caos. In Liguria stamane risulta praticamente impossibile viaggiare regolarmente.

Nonostante quanto diffuso da Trenitalia (v. articolo precedente) i viaggiatori hanno segnalato forti criticità sulle linee tra il Ponente Ligure e Genova e tra il Levante ligure e Genova. La protesta è montata sui social e gli utenti hanno anche annunciato di voler denunciare RFI e Trenitalia per i disservizi e la carenza di informazioni.

Alle prime ore della mattina il traffico ferroviario era già andato in tilt e risultavano bloccate le linee Genova-Milano e Genova-Torino, Genova-Savona e Parma-La Spezia, ma sono state segnalate grosse difficoltà anche da Chiavari verso Genova.

“Il treno partito da Santa Margherita delle 7,28 (con 15 minuti di ritardo) ora è fermo a Recco per tempo indefinito” ha riferito intorno alle 9 una pendolare. Situazione di contestazioni a Recco, dove sono stati chiamati anche i carabinieri.

“Qualcuno conosce un numero telefonico da fare per avere informazioni? Non mi risponde nessuno” è il tam tam ricorrente sui social network.

I pendolari dell’Associazione Genova-Milano hanno annunciato di voler presentare un esposto: “Genova-Milano: come l’11 dicembre. Al gelo centinaia di pendolari. Linea interrotta. Partita denuncia a RFI per interruzione di pubblico servizio. Questa volta pagheranno caro pagheranno tutto”.

Il Comitato pendolari Genova-Savona ha in vece riferito che per avverse condizioni meteo ed accertamenti all’infrastruttura del nodo di Genova la circolazione è rallentata sulle linee Genova-Savona, Genova-Acqui, Genova-La Spezia, Genova-Arquata. La tratta Genova-Savona è garantita da servizio sostitutivo bus per i treni 11340, 11342, 11218 e la linea Genova –Milano è garantita da servizio bus per il treno 2180.

“Mancano informazione, regole e buonsenso” ha dichiarato Assoutenti.