Home Economia Economia Genova

Dal 2001 al 2016 perdite per 26 milioni del Comune per derivati

0
CONDIVIDI
Emergenza abitativa, il Comune apre conti correnti per donazioni

Il Comune di Genova ha affidato un incarico per il servizio di analisi legale del portafoglio di prodotti finanziari derivati. Il provvedimento è conseguente ad una pronuncia della Corte dei Conti, sezione regionale di controllo per la Liguria, risalente a settembre 2017 e depositata a gennaio 2018, dalla quale è emerso che dal 2001 al 2016 le operazioni in strumenti derivati varate dal Comune di Genova hanno comportato perdite pari a 26 milioni e 426mila euro, di cui 16 milioni di contratti scaduti.

L’incarico assegnato ora dal Comune riguarda il portafoglio dei prodotti derivati ied è stato affidato alla società Finance Active S.r.l. che dovrà fornire l’analisi entro la fine del mese in corso.

La delibera della Corte dei Conti ha disposto che il Comune “avrà l’onere di far verificare tutti i contratti in strumenti derivati da operatori consulenziali e da avvocati altamente specializzati, al fine di prendere le decisioni più opportune nell’interesse finanziario dell’ente e della collettività”.