Home Economia Economia Genova

Dal 18 giugno Volotea torna a volare da Genova

0
CONDIVIDI
Aereo Volotea (foto di repertorio)

La compagnia aerea Volotea, ha rinforzato le proprie misure igieniche e i suoi protocolli di sicurezza per proteggere la salute di tutti i suoi passeggeri e dei suoi dipendenti, a seguito delle direttive emanate da EASA (European Union Aviation Safety Agency), ECDC (European Centre for Disease prevention and Control) e dalle autorità sanitarie locali.

Inoltre, la compagnia ha annunciato la ripresa dei suoi voli da Genova il 18 giugno, mentre la base ligure del vettore tornerà a essere operativa dal 3 luglio.

Nella stagione estiva, la low-cost rafforzerà la sua offerta domestica, offrendo ai passeggeri maggiori frequenze e più posti in vendita, per decollare verso Napoli e Cagliari.

Dal 18 giugno si volerà da Genova a Palermo, dal 19 giugno a Napoli, dal 20 giugno a Catania, dal 21 giugno a Olbia, dal 3 luglio a Lamezia Terme e dal 4 luglio si potrà volare da Genova alla volta di Alghero, Brindisi, Cagliari, Lampedusa e Pantelleria.

In vista della ripresa delle sue operazioni, la compagnia ha aggiornato le sue procedure di igiene e sicurezza, seguendo le normative internazionali, locali e di settore, oltre a collaborare con il suo network di aeroporti in merito alle procedure di gestione dei rischi.

“Siamo davvero entusiasti di poter ricominciare a volare dal 18 giugno dall’aeroporto di Genova, dove, per i prossimi mesi estivi, abbiamo consolidato la nostra offerta con un focus maggiore sui collegamenti domestici. Al fine di assicurare la sicurezza e la salute dei nostri dipendenti e dei nostri passeggeri, stiamo implementando misure che vanno oltre ciò che viene descritto dalle normative. Le nostre misure saranno regolarmente valutate e aggiornate, in linea con l’evoluzione del contesto sanitario globale”, ha affermato Carlo Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea.

“Salutiamo con grande piacere la ripartenza di Volotea e la ripresa dei voli della compagnia. In queste settimane abbiamo lavorato su procedure e interventi in aerostazione con l’obiettivo di rendere il nostro scalo un aeroporto sicuro, garantendo nel contempo un’esperienza di viaggio piacevole per i nostri clienti. Il Cristoforo Colombo si è già dotato di scanner per la misurazione della temperatura corporea, di segnaletica per il mantenimento del distanziamento sociale, di pareti di separazione ai banchi check-in e della biglietteria e di erogatori di gel disinfettante, mentre tutte le aree accessibili ai passeggeri vengono sanificate con regolarità.

In questo momento carico di molte incertezze ripartiamo dalle cose certe: essere il City Airport della Liguria e tornare a volare con il nostro partner strategico Volotea, con cui abbiamo costruito le basi per il rilancio del Cristoforo Colombo”, ha dichiarato Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova.