Home Cronaca Cronaca Genova

Csm e Cassazione contro pg Zucca: Torturatori? Parole inappropriate, nostra stima a polizia

0
CONDIVIDI
L'ex pm del G8 2001 e attuale sostituto pg Enrico Zucca

Per il vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura (l’organo di controllo dei magistrati) quella dell’ex pm del G8 2001 e attuale sostituto procuratore generale genovese Enrico Zucca “è stata una dichiarazione impegnativa con parole inappropriate“.

Giovanni Legnini, in apertura del plenum del Csm, oggi ha anche espresso “stima e fiducia ai vertici delle forze di polizia” e “sostegno per l’opera insostituibile cui assolvono i poliziotti per la sicurezza nazionale”.

Ieri parlando della vicenda Regeni, il pg Zucca aveva dichiarato pubblicamente “i nostri torturatori sono ai vertici della polizia, come possiamo chiedere all’Egitto di consegnarci i loro torturatori?”.

Il vice presidente Legnini ha inoltre spiegato che il Csm cui si sta occupando di un gruppo di lavoro sulla comunicazione istituzionale degli uffici giudiziari, esprimendo l’auspicio che il nodo dei “limiti e delle modalità di esternazione dei magistrati” sui procedimenti a loro affidati o di cui si sono comunque occupati “possa essere in qualche modo affrontato”.

“Le dichiarazioni rese ieri dal pg Zucca sulla vicenda Regeni – ha aggiunto Legnini – sono rappresentative di tale esigenza perchè con quelle dichiarazioni il magistrato è intervenuto facendo riferimento a un procedimento di cui si è occupato con impegno e professionalità e ad un altro delicato e importante procedimento della procura di Roma. Tuttavia ha espresso un giudizio inappropriato“.

Anche il consigliere del Csm Claudio Galoppi si è schierato contro il pg genovese: “Le sue dichiarazioni sono di inaudita gravità e non meritano alcun commento. E’ invece necessario l’intervento del Csm che con le linee guida sulla comunicazione degli Uffici giudiziari consentirà ai magistrati di avere criteri di orientamento sulle modalità di esternazioni opportune per rendere un corretto servizio nell’interesse dei cittadini”.

Oggi si è mossa anche la Suprema Corte. Il procuratore generale della Cassazione, Riccardo Fuzio, ha avviato accertamenti preliminari sul pg Zucca. In particolare, acquisirà tutti gli elementi conoscitivi sulle dichiarazioni rese ieri dal magistrato sui casi giudiziari del G8 di Genova e sulla morte di Regeni, riportate dai media.

Revisione processo G8, ricorso poliziotti Diaz ammissibile: violati i loro diritti