Home Cronaca Cronaca Genova

Covid, Toti incontra vertici italiani di Pfizer: chieste le prime 57mila dosi di vaccino

0
CONDIVIDI
Vaccino coronavirus (foto di repertorio fb)

“Oggi, insieme ai responsabili di Alisa, abbiamo incontrato i vertici italiani di Pfizer. Attendiamo le autorizzazioni di Ema e Aifa per la fine di gennaio, quando arriveranno le prime dosi di vaccino.

Per la Liguria abbiamo richiesto le prime 57mila dosi, 27mila andranno al personale sanitario, 20mila alle Rsa tra dipendenti e ospiti, più altre situazioni rilevanti di fragilità.

Attendiamo indicazioni dal Governo su come attivarci per i vaccini che arriveranno da Moderna e Astrazeneca”.

Lo ha dichiarato stasera il governatore ligure Giovanni Toti.

“I vaccini Pfizer – ha spiegato Toti – arriveranno direttamente dallo stabilimento belga, trasportati all’interno di contenitori che possono durare fino a 25 giorni, purché adeguatamente refrigerati con ghiaccio secco ogni 5 giorni.

All’interno dei contenitori ci sono contenitori più piccoli che custodiscono 5 dosi di vaccino per fiala, con un numero minimo di 195 fiale, quindi 975 dosi.

Ogni singola struttura di stoccaggio può decidere se aprire il contenitore e conservarlo nei propri refrigeratori alla temperatura indicata, oppure se smaltirla in 25 giorni.

Dal momento in cui esce deve essere somministrato entro 6-8 ore. La prima fase prevede che su 50mila saranno circa 30mila del personale sanitario. Gli altri andranno alle 23 strutture individuate da Alisa in tutto il territorio regionale come sedi di vaccinazione”.

NUOVA ORDINANZA: RIAPRONO I DISTRIBUTORI AUTOMATICI NELLE ORE DIURNE

“Ho firmato poco fa un’ordinanza che toglie alcune restrizioni aggiuntive rispetto a quelle della zona arancione – ha aggiunto Toti – i distributori automatici h24, che precauzionalmente avevamo chiuso prima che intervenisse la normativa del Governo, potranno riaprire dalle 8 alle 21”.