Home Sport Sport Savona

Bocce, ad Alassio tre titoli europei per l’Italia

0
CONDIVIDI
Bocce, ad Alassio tre titoli europei per l’Italia. Coppia

Un Europeo tinto d’azzurro quello che si è concluso ieri al Palaravizza Alassio, dove per quattro giorni i migliori specialisti dello sport bocce, settore volo, del Vecchio Continente, con 20 Paesi, presenti hanno regalato emozioni e spettacolo a non finire, confermando che la disciplina può ambire al programma olimpico di Parigi 2024.

Fattore campo e calore del pubblico hanno spinto l’Italia sul gradino più alto del podio in tre delle sei prove, affermazioni cui si aggiungono un oro e un argento.

Un bottino decisamente ricco e che da un po’ di tempo non si vedeva, per la soddisfazione dei vertici federali e dell’esordiente c.t. Enrico Birolo.

I primi a trionfare sono stati, nella spettacolare specialità della staffetta, Mauro Roggero ed Emanuele Ferrero che, con 59/61, sono arrivati ad un passo dal record del mondo. Ad arrendersi in finale sono stati i francesi Chirat-Marsens (55/60).

Il secondo oro è arrivato nel combinato per merito del ligure di Varazze Emanuele Bruzzone che in rimonta ha prevalso sullo sloveno Dejan Tonejc.

A servire il tris è stato Matteo Mana nella prova individuale, nella quale non ha dato scampo (10-6) al più esperto sloveno Jure Kozjek.

Le altre due medaglie sono arrivate grazie a Daniele Grosso, argento nel tiro di precisione e con Mauro Roggero nel progressivo, terzo alle spalle di Chirat e Borcnik.

Colori azzurri fuori dal podio solo nella gara a coppie, in cui l’Italia difendeva il titolo conquistato due anni fa a Nizza: Melignano-Grosso fuori nei quarti già da sabato sera.

L’oro, abbinato alla 1a Coppa Mario Occelli, è stato appannaggio degli sloveni Kozjek-Janzic che una appassionte finale hanno avuto la meglio sui francesi Grail-Benoit.

Essendosi piazzata tra le prime otto in tutte le prove, l’Italia ha fatto l’en plein di pass per i Mondiali del prossimo anno, in programma in Francia, a Lione.

Italia che si è anche aggiudicata, a pari merito con la Slovenia, con 46 punti, la Alassio 2018 Coppa delle Nazioni, la speciale classifica a punti per nazioni. Al terzo posto la Francia (42).

La manifestazione va in archivio con enorme soddisfazione per gli organizzatori: tutto ha funzionato alla perfezione e consensi sono arrivati da più parti, con molti apprezzamenti per la preparazione del fondo e per la prima volta si è giocato un Europeo su tappeti sintetici.

Tantissimi gli appassionati e gli sportivi che hanno seguito a distanza, in tutto il mondo, grazie alla diretta streaming. Nei prossimi giorni l’evento sarà trasmesso anche in tv, con le differite dell’emittente francese L’Equipe e di Rai Sport.

In chiusura della manifestazione, il vicepresidente della Federazione Italiana Bocce, Moreno Rosati, ha dichiarato che Alassio ha rappresentato una svolta per quanto riguarda lo sport bocce, confermando l’appoggio della Fib per gli ambiziosi progetti in cantiere, già condivisi con l’amministrazione comunale.

Come ha annunciato Carlo Bresciano nel corso della cerimonia di apertura, il Comitato Organizzatore Locale Bocce Alassio, ha intenzione di chiedere alla Federazione Internazionale Bocce di ospitare tre Mondiali nel prossimo triennio: la rassegna iridata giovanile nel 2019, quella femminile nel 2020 e quella maschile, di grande prestigio, nel 2021, quando lo sport bocce potrebbe già aver avuto il via libero per i Giochi del 2024.

Tutto questo senza dimenticare che nel 2019 Alassio sarà sede della Final Four di Serie A maschile e femminile (6-7 aprile) e della 66esima Targa d’oro (13-14 aprile), concentrate in nove giorni per i quali si sta già studiando un corposo cartellone.

L’Europeo Alassio 2018 si è svolto sotto l’egida delle Federazioni Bocce Internazionale, Europea e Italiana, con il patrocinio del Coni, con il sostegno di Comune di Alassio, Regione Liguria (ente promotore ai sensi legge 40/2009), Camera di Commercio I.A.A. Riviere di Liguria e la partnership organizzativa di Gesco e Bocciofila Alassina.