Home Politica Politica Genova

Attivisti Zapata aggrediscono collaboratore di Gambino, FdI: sono solo dei violenti

0
CONDIVIDI
Genova Sampierdarena, centro sociale occupato Zapata (foto d'archivio)

“Infame te la fai coi fasci e poi te la faremo pagare a te e a quel fascista di Gambino. Dopo la violenza verbale, quella dell’aggressione fisica con calci e pugni così forti da provocare oltre 20 giorni di prognosi e il naso rotto al collaboratore del consigliere comunale delegato alla Protezione civile Sergio Gambino.

Il tutto si è svolto ieri davanti alla fermata del bus 18 in via Milano a Genova.

Gli aggressori sono due persone, un ragazzo e una ragazza, riconducibili al centro sociale Zapata, che sono scesi da una piccola utilitaria nera e hanno aggredito prima verbalmente e poi fisicamente il 40enne minacciando anche un’azione simile nei confronti di Gambino.

L’aggressione è stata interrotta da un poliziotto in borghese di passaggio, i due sono stati identificati.

Quanto successo ieri è l’ennesimo atto violento di chi si professa pacifico, un atto antidemocratico fatto da chi sbandiera la sua bella democraticità a senso unico.

Un atto che si commenta da solo e che mostra chiaramente chi è vittima di violenza e chi la violenza la pratica”.

Lo hanno dichiarato oggi il commissario regionale di FdI Matteo Rosso, quello cittadino Antonio Oppicelli e il coordinatore provinciale Stefano Baggio, che insieme a al capogruppo comunale Alberto Campanella e al capogruppo regionale  Stefano Balleari hanno espresso ferma condanna a questo gesto violento e solidarietà al militante aggredito e al consigliere delegato Sergio Gambino.