Home Hi-Tech Hi-Tech Mondo

Apple riavvia produzione e riapre i negozi in Cina, ma li chiude nel resto del mondo

0
CONDIVIDI
Apple (foto di repertorio)

Emergenza coronavirus. Apple chiude tutti i suoi negozi nel mondo, a eccezione dei 42 “store” in Cina che l’azienda statunitense ha riaperto ieri.

Lo ha annunciato ieri il Ceo Tim Cook su Twitter.

“Nei nostri luoghi di lavoro e nelle nostre comunità – ha spiegato Cook – dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione del Covid-19.

Apple chiuderà temporaneamente tutti i negozi al di fuori della Cina fino al 27 marzo e si impegna a dare 15 milioni per aiutare la guarigione in tutto il mondo”.

Inoltre, nei giorni scorsi i vertici di Apple avevano deciso di riavviare la produzione in Cina.

La scorsa settimana Apple aveva già chiuso gli “store” in tutto il nostro Paese. Anche se avrebbero potuto rimanere aperti, ricadendo nella “lista bianca” dei settori in cui sono consentite le attività (commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici).