Home Cultura Cultura Genova

Anci Liguria solidale con i Comuni delle valli del Sol

0
CONDIVIDI
Anci Liguria solidale con i Comuni delle valli del SOL
Anci Liguria solidale con i Comuni delle valli del SOL

Anci Liguria solidale con i Comuni delle valli del SOL (Sturba, Orba e Leira) investiti dalla recente ondata di maltempo

Anci Liguria solidale con i Comuni delle valli del SOL, Vinai: “Danni ingenti per le comunità locali, assicuriamo assistenza ai tavoli istituzionali di pertinenza”

Anci Liguria in aiuto ai Comuni del SOL, investiti dalla recente ondata di maltempo che ha provocato ingenti danni alle comunità locali. Danni a cui, da soli, non possono fare fronte.

“La situazione è gravissima e il Comune versa ancora in uno stato di isolamento a causa delle frane – afferma Katia Piccardo, Sindaco di Rossiglione – Il terreno è al collasso, saturo, completamente intriso di pioggia e non ce la fa più.

Dopo le ininterrotte piogge restano osservati speciali tutti i movimenti franosi, in considerazione specialmente del fatto che il vero problema non sono stati tanto i torrenti principali, arrivati a un passo dall’esondare, ma i rii, ruscelli e rivi quasi inesistenti sulla cartografia regionale, a volte alimentati da un filo d’acqua, che si sono improvvisamente trasformati in veri e propri torrenti in piena.

Temiamo ulteriori movimenti franosi nei prossimi giorni, e abbiamo ancora tantissime criticità che devono essere individuate, ma gli interventi da attuare sono molto al di sopra delle nostre possibilità e risorse”.

La situazione è critica anche a Tiglieto: il borgo è isolato, la strada per Rossiglione interrotta, e non si contano i danni subiti dal territorio. Il Sindaco Giorgio Leoncini è molto preoccupato: “Abbiamo subito gravi danni alla viabilità, al campo sportivo, l’erosione dell’argine sinistro dell’Orba, che arriva quasi sulla strada, e l’allagamento della farmacia.

Il paese è isolato a causa della frana sulla strada tra Tiglieto e Rossiglione e ci vorranno 3 o 4 mesi per liberarla”.

“Faremo tutto il possibile per supportare i Comuni che hanno registrato ingenti danni sui territori, soprattutto ai tavoli relativi agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico”.

Così il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai da Grenoble, dove partecipa alla conferenza di medio periodo del progetto L.U.I.G.I. (Linking Urban and Inner-alpine Green Infrastructures), finanziato dal programma Interreg Spazio Alpino, nella quale si analizzano modelli sostenibili di sviluppo delle infrastrutture verdi.

“In questa sede stiamo ragionando su modelli di pianificazione che tengano conto del rischio connesso al cambiamento climatico e su come applicare nature-based solution che permettano una migliore gestione dell’ambiente, che riduca i rischi anche mediante lo sviluppo di infrastrutture verdi – afferma Vinai – Bisogna andare in questa direzione per scongiurare eventi di portata disastrosa, come quelli che accadono spesso in Liguria”.

La fragilità del territorio incide in maniera prepotente sulla vita della popolazione che ha scelto di restare in quelle zone, riducendo la capacità di movimento e di accesso ai servizi essenziali.

A questo proposito, nel quadro della Strategia nazionale per le aree interne, venerdì 8 ottobre era previsto un sopralluogo nei Comuni del SOL da parte di Anci Liguria (coordinatore tecnico delle aree interne liguri) e CIELI – Centro Italiano di Eccellenza sulla Logistica.

I trasporti e le Infrastrutture dell’Università di Genova, per raccogliere sul territorio le evidenze necessarie allo studio di fattibilità per il progetto di trasporto innovativo previsto dalla Strategia dell’area interna Beigua-SOL.

L’incontro è stato rinviato in considerazione dei danni idrogeologici subiti dai territori, e questo sottolinea, per l’ennesima volta, quanto la mobilità e la cura del territorio siano due elementi sinergici indispensabili tra loro.

Senza reti infrastrutturali efficienti e in presenza di territori a elevato rischio di dissesto idrogeologico, l’isolamento si rafforza con il conseguente rischio di spopolamento dei piccoli Comuni del nostro entroterra: l’impossibilità di accedere ai servizi, infatti, spinge le persone ad abbandonare i territori.

Sempre venerdì 8, comunque, Anci Liguria sarà in visita ai territori colpiti di Tiglieto, Rossiglione, Pontinvrea e Savona