Home Sport Sport Savona

Anche lo sport delle bocce ad Alassio si ferma

0
CONDIVIDI
Anche lo sport delle bocce ad Alassio si ferma

Targa d’oro di Alassio rinviata all’autunno. Si svolgerà in coda al mondiale femminile.

Coronavirus più forte della storia. La “Milano-Sanremo delle bocce” slitta al 26-27 settembre, con conseguente anticipazione di un giorno della rassegna iridata (21-25/9). Le oltre 250 iscrizioni restano valide per la nuova data. Rinviata a data da destinarsi, ma non si svolgerà nel 2020 nella Città del Muretto, la Final Four di Serie A. Annullate tutte le attività previste per il 2° Festival dello Sport Bocce e la Targa Petanque.

Anche la storica “Milano-Sanremo delle bocce”, la gara più partecipata e più amata dagli appassionati della specialità volo, la competizione più prestigiosa dal calendario nazionale, alza bandiera bianca di fronte al diffondersi del Coronavirus. Non era mai successo dall’ormai lontanissimo 1954, anno della prima edizione. La 67a Targa d’oro Città di Alassio, fiore all’occhiello dell’Associazione Bocciofila Alassina, prevista nel weekend del 4 e 5 aprile, da dodici anni punto fermo anche del calendario internazionale, è stata rinviata. Di concerto con il Comune di Alassio, con il Colba (Comitato Organizzatore Locale Bocce Alassio) e con le autorità sportive (Federazione Italiana Bocce e Fédération Internationale de Boules) è stata spostata a sabato 26 e domenica 27 settembre, con conseguente anticipazione di un giorno del Mondiale Femminile che, con l’’organizzazione del Colba e la partecipazione di 16 Paesi per ciascuna prova, scatterà dunque lunedì 21 (e non più martedì 22) per concludersi con le finali (cinque titoli in palio: individuale, coppie, staffetta, tiro di precisione e tiro progressivo) di venerdì 25 settembre. Per l’ufficializzazione manca solo la comunicazione formale (verbalmente è già arrivata) degli organismi sportivi competenti.

I termini per partecipare alla 67a Targa d’oro e alle altre competizione ad essa collegata sarebbero dovuti scadere a fine mese, ma la situazione delle iscrizioni, fotografata una settimana fa, da quando di fatto la situazione è stata congelata, era già di oltre 250 formazioni confermate: 194 per la gara Senior a quadrette (su 256 posti disponibili: quest’anno, per motivi logistici ed organizzativi, era stato introdotto, dopo tanti anni un “tetto”), 33 per la 6a Targa Rosa (gara femminile a coppie, su 48 posti disponibili) e 33 anche per i due tabelloni della 7a Targa Junior (a coppie), per la prima volta sdoppiata in Under 18 e Under 15.

Circa mille giocatori già in lista, quindi, in rappresentanza di Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con numerosi team stranieri da Francia (compresa la quadretta del Rumilly, vincitrice dell’edizione 2019), Principato di Monaco, Svizzera, Croazia, Slovenia e Russia. Una formazione, che aveva chiesto alla Federbocce i documenti per ottenere il visto, sarebbe dovuta arrivare anche dall’Algeria.

Come già comunicato tramite il sito ufficiale della Targa d’oro dall’11 marzo, le iscrizioni già perfezionate saranno automaticamente valide anche per settembre, con la possibilità di variare i componenti delle formazioni e di richiedere il rimborso – da parte dei diretti interessati o delle società a nome di cui risulta l’iscrizione – della quota in caso di impossibilità a partecipare.

Non sarà invece possibile lo slittamento a settembre della Targa Petanque (prevista con la formula a terne, con vincolo di società ABC-ABdonna), novità che avrebbe dovuto affiancare le competizioni del volo, riportando le bocce nel centro cittadino (con 8 campi appositamente allestiti in piazza Matteotti e sul pontile Bestoso), promossa anche con la collaborazione dei due campioni alassini dalla specialità, i fratelli Gianluca e Jessica Rattenni. In questo caso, nel giro di pochi giorni, erano già stati “occupati” 25 dei 32 posti a disposizione.

Rinviata a data e località (per quest’anno, questo è certo, non si disputerà ad Alassio) da destinarsi la Final Four di Serie A maschile e femminile, che si sarebbe dovuta svolgere sabato 28 e domenica 29 marzo al Palalassio Ravizza, coinvolgendo nella prima giornata anche il Bocciodromo di Loano. Al momento, tra l’altro, devono ancora andare in scena due turni della stagione regolare.

Annullate, nel contempo, anche tutte le varie attività comprese in quello che sarebbe dovuto essere il 2° Festival delle Bocce (in cartellone dal 30 marzo al 3 aprile), vale a dire la Targa Festival, la Targa Gentlemen, lo stage pre-mondiale della nazionale italiana femminile ed il Match dei Campioni. Iniziative che avrebbero dovuto dare il via al conto alla rovescia in vista del Mondiale. Auspicando un graduale ritorno alla normalità, l’inizio della promozione per la rassegna iridata slitta perciò a maggio, in occasione della Festa dello Sport di Genova, al Porto Antico, dal 22 al 24 maggio, e dei tornei estivi di beach bocce, sull’arenile alassino.

Nel frattempo aggiornamenti saranno effettuati tramite www.boccealassio.it ed i canali social. Per essere prontamente informati è possibile iscriversi, con una rapida procedura presente sul sito, alla newsletter di Bocce Alassio.