Home Consumatori Consumatori Savona

Albenga, la 43esima Mostra Scambio Ligure auto e moto d’epoca

0
CONDIVIDI

Savona – Per due giorni in piazza Corridoni ad Albenga sarà possibile visitare gli stand della 43esima edizione della Mostra Scambio Ligure Auto e Moto d’Epoca.

Il team del “ Ruote d’Epoca Riviera dei Fiori”, coordinato da Rita ed Augusto Zerbone, ha contattare standisti ed ospiti, coordinato i servizi ed organizzato questo evento che si svolge nella grande piazza vicina alla stazione ferroviaria. Gli stand della manifestazione, patrocinata dal Comune di Albenga e dal Comitato villanovese “La donna delle violette”, sono aperti dalle ore 8 alle 17.

Per coloro che volessero maggiori informazioni è possibile contattare la sede del club motoristico telefonando ai numeri 0182.580508, 0182 580044 e 370 3103102 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica e info@ruotedepoca.it

“La tradizionale mostra scambio ligure di fine anno- dice il presidente del sodalizio ingauno Augusto Zerbone- rappresenta un importante appuntamento fisso per il nostro calendario sociale”.

Il sodalizio “ Ruote d’epoca Riviera dei Fiori” (RD’ERDF), è federato all’Automotoclub Storico Italiano (ASI ) ed è stato fondato nel 1990; oggi conta più di 10 mila iscritti risultando il più numeroso della Liguria.

Il club, oltre a seguire le pratiche per le omologazioni per auto e moto storiche, esenzioni, certificati delle caratteristiche tecniche, consulenza propone ogni anno importanti manifestazioni e raduni anche di livello internazionale.

“Nel 2023 – conclude il presidente Zerbone- cercheremo di migliorare ancora il livello delle nostre manifestazioni e di far conoscere ancor più il nostro sodalizio motoristico. Il Ruote d’epoca villanovese conta migliaia di iscritti, residenti non solo in Liguria, ma anche in tutta Italia ed all’estero, mentre sono sempre più coloro che sono orgogliosi di possedere un’auto storica.

Ogni nostra iniziativa, o manifestazione contiamo che serva a contribuire a divulgare la cultura della Moto e dell’Auto d’epoca e sia anche una occasione per conoscere nuovi luoghi e riflettere. I nostri aderenti sono tanti e sono diventati anche con gli anni sempre più appassionati a questa stupenda forma di attività culturale e sportiva”.

CLAUDIO ALMANZI