Home Spettacolo Spettacolo Genova

Al Carlo Felice la Lucia di Lammermoor secondo Dario Argento

0
CONDIVIDI
Al Carlo Felice la Lucia di Lammermoor secondo Dario Argento (ph. Marcello Orselli)

“#musicalmenteinsieme”, l’iniziativa in streaming con cui il Teatro Carlo Felice tiene vivo il rapporto con il pubblico fin dall’inizio dell’emergenza coronavirus, è ora  un appuntamento fisso settimanale. Sul sito https://www.streamingcarlofelice.com, sulle pagine Facebook del TeatroCarloFelice e sul canale Youtube, ogni martedì alle ore 20:00 si potrà assistere gratuitamente a opere, concerti e balletti tratti dal ricco archivio video del Teatro.

Le trasmissioni saranno attualizzate da una presentazione ad hoc e precedute da un breve messaggio di saluto del Sovrintendente e/o di testimonial che parlano dello spettacolo.

Martedi 5 maggio tocca ad una memorabile “Lucia di Lammermoor” per la regia di Dario Argento. “Quando mi è stato offerto di mettere in scena per il Teatro Carlo Felice Lucia di Lammermoor ho provato un tuffo al cuore perché opera più interessante per la mia anima artistica non si poteva scegliere.” Così Dario Argento apriva le sue Note di regia sul programma di sala della “Lucia” di Donizetti, di cui firmò la regia nella Stagione 2014/15 del Teatro Carlo Felice di Genova.

In quell’allestimento il maestro italiano del thriller e dell’horror incontrava una storia ottocentesca di delitto e follia a lui particolarmente affine. La recita proposta è la prima dello spettacolo, datata 21 febbraio 2015.

Calato nell’atmosfera misteriosa delle scene di Enrico Musenich, avvolto in quella simbolista e preraffaellita dei costumi di Gianluca Falaschi, un cast di eccezione: Desirée Rancatore (Lucia), Stefano Antonucci (Enrico), Gianluca Terranova (Edgardo), Alessandro Fantoni (Arturo), Giovanni Battista Parodi (Raimondo), Marina Ogii (Alisa), Enrico Cossutta (Normanno). Luci di Luciano Novelli, Video Design di Eugenio Pini. Orchestra e Coro del Teatro Carlo Felice diretti da Giampaolo Bisanti. Maestro del Coro, Pablo Assante.

Eli/P.