Home Cultura

Ai Bagni Lido di Arenzano in mostra le opere di Andrea Bruzzone

0
CONDIVIDI
arenzano

Evento d’arte nella splendida cornice dei Bagni Lido di Arenzano (lungomare Kennedy). Appuntamento venerdì 19 agosto, dalle 16 alle 22, ad ingresso libero, nel rinomato stabilimento balneare. In mostra ci saranno dieci opere del giovane artista Andrea Bruzzone: pittore emergente, classe ’98, diplomato in Didattica dell’arte all’Accademia Ligustica di Belle arti di Genova. Bruzzone, per la prima volta, espone ad Arenzano, località in cui vive ed è cresciuto.

LA SUA ARTE: PICCOLISSIMI UOMINI STILIZZATI

Le opere di Bruzzone sono astratte. I colori sono molto accesi e le linee geometriche offrono interessanti giochi di prospettiva, come evidente nei quadri in mostra “Andras” o “Proiezioni”.

Da amante della matita, poi, entrano prepotentemente nei suoi lavori elementi figurativi, in particolare i volti delle statue classiche come nell’acrilico, sempre in mostra, “Athena”.

“Quello che cerco di creare con la mia arte è un filo conduttore tra passato e presente – spiega Bruzzone – da una parte osservo i cambiamenti dei mezzi di comunicazione e di rappresentazione, dall’altra l’immutabilità di tanti valori che restano eterni nel tempo”.

Nei suoi quadri tra sguardi giganti di divinità e figure geometriche compaiono piccolissimi uomini stilizzati: “L’uomo quando crea arte si sente potente e grande ma in realtà è nulla in confronto all’universo, per questo in tutte le mie opere sono presenti uno o più “omini”, intesi come genere umano che appartiene a tutta l’opera. Quelle figure umane nere rappresentano per me l’uomo e l’universo, il microcosmo e il macrocosmo, che convivono insieme. Nelle mie opere l’omino e tutto il resto dell’opera sono in realtà la stessa cosa, ma con forma diversa”.

LE MOSTRE IN PRECEDENZA

“Il 2022 è stato per me un anno ricco di occasioni – dichiara Bruzzone – quest’inverno ho esposto allo spazio Divulgarti di Palazzo Ducale per la mostra ‘Giù la maschera’, poi a Mosca alla video esposizione d’arte contemporanea, organizzata da “Mind’ness studio. La primavera, invece, mi ha aperto le porte con una mostra personale a Genova Nervi, presso la sede Anpi. E adesso, nel cuore dell’estate, mi ritrovo molto emozionato a far vedere i miei quadri proprio nella mia Arenzano, tra i miei amici, di fronte ai luoghi della mia infanzia”.