Home Politica Politica Genova

Aggressione antagonisti, militanti Lega non si fermano: altro banchetto a Molassana

0
CONDIVIDI
Banchetto Lega largo Boccardo in Valbisagno a Genova

Aggrediti e insultati dai “bravi ragazzi” al banchetto organizzato per sostenere il ministro dell’Interno Matteo Salvini a Molassana. Poi bandiere strappate e gettate nel Bisagno.

Ieri i militanti della Lega, per nulla intimiditi dagli antagonisti,  sono tornati in Largo Boccardo e hanno tolto regolarmente la loro pacifica attività politica.

Aggressione a banchetto Lega, sputi e insulti ‘umani’. Corso: antagonisti fate schifo

Aggressione a banchetto Lega, Senarega: cari antagonisti e loro sostenitori, noi non molliamo

Molassana, assalto a banchetto Lega: i 4 antagonisti denunciati per violenza privata

Stavolta il tema era “Dillo alla Lega” e sul posto, oltre ai leghisti della Sezione Valbisagno, sono intervenuti il commissario provinciale e presidente del consiglio comunale Alessio Piana e la capogruppo comunale Lorella Fontana.

“Il primo banchetto in Valbisagno – hanno spiegato – dopo l’aggressione subìta in occasione della
raccolta firma ‘Salvini non mollare’ è stato un successo. Abbiamo registrato una grande affluenza di persone che hanno dimostrato sostegno e chiesto di firmare comunque a sostegno del ministro dell’Interno anche se quella campagna di raccolta firme e’ terminata”.