Home Cronaca Cronaca Genova

Abusi sessuali su minore: in manette madre, padre e patrigno

0
CONDIVIDI
Violenza domestica (foto di archivio)

Una donna ed il compagno sono accusati di violenza sessuale su minore, mentre il padre di violenza sessuale.

E’ questa la triste storia di una giovane, all’epoca dei fatti undicenne e oggi 20enne che ha raccontato di essere stata violentata da quando aveva 11 anni dal patrigno e dalla mamma. Gli abusi sono emersi soltanto ad aprile di quest’anno, dopo che era andata a vivere con il padre naturale che a sua volta l’ha stuprata.

I fatti si sarebbero svolti tra il Tigullio e il Levante ligure. L’inchiesta è coordinata dal pubblico ministero Gabriella Dotto.

La moglie del padre naturale è stata sottoposta al divieto di avvicinamento alla giovane perché nel corso della convivenza l’avrebbe costretta a fare le pulizie in casa e l’avrebbe anche picchiata.

Le indagini hanno avuto origine dopo che una insegnante della giovane si è accorta che la studentessa era stata vittima di violenza sessuale.

L’insegnante l’ha accompagnata in ospedale dove i medici hanno confermato gli abusi. A quel punto la docente ha accompagnato l’allieva dai carabinieri.

La ragazzina ha raccontato di avere vissuto sempre con la madre e che da quando aveva 11 era stata violentata dal patrigno alla presenza della donna.

Diventata maggiorenne, dopo essersi confidata con alcuni amici, aveva deciso di andare a vivere con il padre. L’uomo l’ha accolta in casa dove vive con la nuova moglie.

Per un anno la convivenza è andata bene, ma lo scorso anno il padre ha iniziato a molestarla.

Dopo vari approcci respinti, ad aprile scorso sarebbe stata stuprata.

La giovane è stata trasferita in una struttura protetta.