Home Cultura Cultura Imperia

A Sanremo in 17 mila alla kermesse per Libereso Guglielmi

0
CONDIVIDI
Claudio Porchia durante uno dei tanti eventi

IMPERIA. 6 MAG. E’ stato un vero successo “La forza della natura” l’ evento che la “Città dei Fiori” ha dedicato per 12 giorni all’ uomo delle erbe e dei fiori, Libereso Guglielmi. Nel complesso architettonico del Forte di Santa Tecla, pregevolmente ristrutturato, hanno preso parte ad eventi e laboratori più di 17 mila persone, desiderose di conoscere i segreti delle piante e dei fiori nella grande kermesse dedicata ad una delle più importanti figure della cultura ligure del Novecento.

“Quest’anno- ci ha spiegato il coordinatore dell’ evento Claudio Porchia- abbiamo pensato di allargare ancor più le tematiche ed il numero di iniziative ed ospiti così l’evento si è protratto per ben 12 giornate”.

In programma oltre cinquanta iniziative, laboratori e workshop con decine di relatori del territorio e di rilevanza nazionale e cinque mostre coordinate da Ryan Logico, nipote di Libereso, che hanno permesso di scoprire aspetti inediti o poco conosciuti del giardiniere di Mario ed Italo Calvino.

“Sanremo- prosegue Porchia- la sua città adottiva, dove è scomparso nel 2016, per il terzo anno ha dedicato questa rassegna a lui che è stato anche precursore della biodiversità, scrittore, disegnatore, illustratore di fumetti, botanico di fama internazionale, autore di libri di ricette vegetariane e tanto altro ancora”.

Al Forte di Santa Tecla, che fa parte del Polo Museale Ligure del MiBACT, erano in mostra i suoi disegni, album fotografici, libri, filmati e documentari, oltre laboratori con esperti e chef per scoprire le sue ricette a base di fiori ed erbe.
Il bilancio finale è stato molto positivo. L’ aumento delle presenze ha confermato il crescente successo di questa manifestazione che rappresenta un fortissimo richiamo per turisti e residenti. La struttura museale è rimasta aperta per ben 150 ore, proponendo la visita di 5 mostre, Ha ospitato 59 relatori, che hanno dato vita a 52 incontri, dibattiti, conferenze, spettacoli musicali e teatrali, laboratori e degustazioni”.

“Il grande successo di questo evento -conclude Porchia- è dovuto a vari motivi: l’ interesse per il Forte di santa Tecla, che molti non avevano ancora visitato, il fascino di Libereso ed una offerta di eventi e proposte molto interessante. Libereso è stato presentato nei suoi diversi aspetti, botanico e disegnatore, scrittore e amante della natura. Abbiamo toccato tematiche legate a letteratura, gastronomia, giardinaggio, agricoltura e biodiversità, salute e sostenibilità ambientale. Un evento insomma che è stato in grado di suscitare tanto interesse”.

La manifestazione ha avuto il patrocinio degli Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Sanremo e del MiBACT Polo Museale della Liguria ed è stata promossa da: Associazione Libereso Guglielmi Sanremo, Banca Semi Hortives, Cna Imperia, Crea, Edizioni Zem Vallecrosia, Filantea Garden Club Sanremo, Flusso teatrale, Haiku, Hortives Milano, Innovation Studio Vallecrosia, Istituto per l’Agricoltura “Ruffini – Aicardi” di Sanremo, Istituto Tecnico Turistico di Sanremo, R&b Regalo & Baratto in Agricoltura, Sanremobio, Sanremo Piante vivai, Scuola Primaria A.Rubino Sanremo, Utopia, Azienda Parodi di Albenga e Vivai Montina di Cisano sul Neva.
CLAUDIO ALMANZI