Home Spettacolo Spettacolo Imperia

59° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo 2022

0
CONDIVIDI
59° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo 2022
59° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo 2022

59° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo 2022, al via Sergey Tanin e poi il 3D Trio, concerti in programma dal 16 agosto

59° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo 2022. Nel cuore del mese di agosto si svolgerà nell’ambito del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo la residenza artistica, novità dell’edizione 2022, di  Sergey Tanin, giovane e talentuoso pianista che nell’estate del 2021 si esibì al Festival ottenendo uno straordinario successo coronato da cinque bis, e del 3D Trio.

Nato con spirito residenziale fin dalla sua fondazione, il Festival tornerà dunque per la sua 59esima edizione a ospitare musicisti in residenza, un’opportunità di formazione e crescita che avrà per protagonista il pianista siberiano, classificatosi terzo al Premio e Audience prize Concours Géza Anda Zurich nel 2018 e un trio di musicisti affermati.

Sergey Tanin si esibirà con il 3D Trio (Dan Zhu – violino; Diemut Poppen – viola; Danjulo Ishizaka – violoncello) sulla piazza dei Corallini lunedì 16 agosto, un evento in collaborazione con Levanto Music Festival – Massimo Amfiteatrof e con il FAI Liguria. E proprio in collaborazione con il FAI, in occasione del concerto del 16 agosto la Proloco Progetto Cervo organizzerà una visita didattica gratuita al borgo di Cervo, aperta a tutti, alle ore 18.00. Prenotazioni al numero +39 3385959641.

Seguiranno altre due concerti, parte del programma di residenza artistica. Il primo si sposterà a Lingueglietta, frazione di Cipressa, ìgiovedì 18 agosto alle 21.30 alla Chiesa Fortezza di S. Pietro  e vedrà protagonista il 3D Trio; il secondo riporterà la musica sul sagrato dei Corallini di Cervo dove venerdì 19 agosto, in collaborazione con GOG – Giovine Orchestra Genovese, si esibiranno Sergey Tanin e il 3D Trio.

Sergey Tanin

Nato nel 1995 in Siberia, il giovane pianista russo Sergey Tanin ha vinto il dl terzo premio e il premio del pubblico per la sua interpretazione del 1° Concerto per pianoforte e orchestra di Brahms all’edizione 2018 del Concorso “Géza Anda” di Zurigo. È, inoltre, vincitore di diversi concorsi in Russia (San Pietroburgo), Finlandia e Germania (Concorso pianistico di Brema). Sergey Tanin ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 5 anni. Undicenne, si è esibito come solista con la Moscow Symphony Orchestra presso la sala del Conservatorio di Mosca. Dal 2014 è stato studente di Irina Plotnikova presso il Conservatorio di Mosca. Dal 2019 continua il suo percorso accademico con Claudio Martinez-Mehner al Conservatorio di Basilea.

Sergey Tanin ha suonato in alcune delle più rinomate sale da concerto russe, fra cui il Conservatorio Tchaikovsky, la Casa Internazionale della Musica di Mosca, la Filarmonica di San Pietroburgo. Si è anche esibito in Germania, Spagna, Kazakistan, Finlandia, Francia e Svizzera. Come solista ha lavorato con la Zurich Tonhalle Orchestra, il Musikkollegium Winterthur, la Bremen Philharmonic, la National Symphony Orchestra of Ukraine, la Russian National Young Orchestra e la Prague Royal Philharmonic.

In seguito al suo premio al Concorso “Géza Anda” 2018 a Zurigo, Sergey Tanin ha una agenda molto fitta di impegni in Svizzera, Grecia, Russia, Germania, Italia e Francia.

Gli highlights presenti e futuri sono le esecuzioni del Concerto per pianoforte K 466 di Mozart accompagnato dalla European Philharmonic of Switzerland sotto la direzione di Charles Dutoit a Basilea e il Concerto per pianoforte n. 4 di Beethoven presso la sala da concerto del Teatro Mariinsky a San Pietroburgo. Nel 2020 ha vinto il premio del pubblico al KlavierOlymp all’interno della Bad Kissinger Sommer 2020.

Per l’etichetta Prospero Classical ha registrato il suo primo album con musiche di Brahms, Schubert-Liszt e Prokof’ev in collaborazione con l’emittente radiofonica SRF. Nel 2020 l’emittente televisiva svizzera SRF ha prodotto e trasmesso il film documentario “Sergey Tanin – The Pianist who came from the Cold”.

Dan Zhu

Dan Zhu è riconosciuto come uno dei migliori interpreti della sua generazione oggi presenti sulla scena internazionale. Nato a Pechino, Dan Zhu ha fatto la sua prima apparizione pubblica all’età di 9 anni con il concerto per violino di Mendelsshon con la Youth Chamber Orchestra della Cina. A 18 anni ha debuttato al Carnegie Hall con il concerto per violino di Tchaikovsky, mente studia­va con il Prof. Lucie Robert al Mannes College di New York. Ha suonato sotto la direzione di Ma­estri quali Christoph Eschenbach, Zubin Mehta, Krzysztof Penderecki, Alexander Rahbari, Long Yu, e con le principali orchestre del mondo calcando prestigiosi palcoscenici. Gratificato dalla stampa internazionale come “un artista di emozionante umiltà, capace di produrre bellissime tonalità”, è frequentemente invitato ad esibirsi e a tenere masterclass in festival e prestigiose istituzioni. Ha suonato e inciso prime di compositori contemporanei, tra i quali George Benjamin, Gyorgy Kurtag, Gian-Carlo Menotti, Wolfgang Rihm, Tan Dun, Bright Sheng, and Xiaogang Ye.

La sua passione per la natura e l’ambiente lo hanno portato, come membro onorario di Antar­ctica Forum and The Nature Conservancy, a essere il primo musicista classico ad esibirsi nel continente Antartico nel 2013.

Diemut Poppen

Nata a Munster, in Germania, Diemut Poppen èconsiderata tra i violisti più importanti del nostro tempo. Cresciuta in una famiglia di musicisti, inizia la sua carriera concertistica a l’etàdi nove anni. Si èaffermata sulla scena internazionale svolgendo un’intensa attivitàconcertistica che l’ha vista impegnata in veste di solista con direttori quali Claudio Abbado, Frans Brüggen, Heinz Holliger nella Mahler Chamber Orchestra, Orchestra Gulbenkian, Orchestra Mozart, Chamber Orchestra of Europe; in Italia anche con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano e l’Orche­stra di Padova e del Veneto, nelle più importanti sale da concerto e stagioni concertistiche. Sotto la direzione del Maestro Claudio Abbado, èstata Prima Viola nella Chamber Orchestra of Europe e dell’Orchestra del Festival di Lucerna per molti anni. Il suo esteso repertorio include anche molta musica contemporanea, e numerose composizioni di cui èdedicataria.

È titolare della Cattedra di Viola e Musica da Camera alla Hochschule für Musik Detmold, Escuela Superior de Musica Reina Sofia a Madrid e Zürcher Hochschule der Künste, ospite fisso in numerose masterclass, membro di giurie internazionali tra cui l’ARD di Monaco. Èdirettrice artistica dei Festival Rigi Musiktage, in Svizzera e Cantabile/Lisbona e, dal 2014, organizza una serie di concerti no-profit nel progetto “Kammermusik für Claudio”, in onore dello scomparso Maestro e “padre musicale” Claudio Abbado. Ha inciso per Deutsche Grammophon, EMI, Live Classics, Capriccio, Live Classics, Tudor, BIS, Teldec. Èstata insignita da Sua Maestàla Regina di Spagna della Medaglia d’Argento per la Musica, e del Premio alla Cultura della Unione Europea.

Danjulo Ishizaka

Dopo aver ottenuto il Primo premio al Concorso ARD di Monaco e al Grand Prix Emanuel Feuer­mann, Danjulo Ishizaka è oggi considerato uno tra i migliori violoncellisti nel panorama interna­zionale. Nato da una famiglia tedesco-giapponese a Bonn, ha ricevuto le sue prime lezioni all’età di quattro anni. Ha studiato alla Hanns Eisler Academy of Music di Berlino ed è risultato vincitore dei primi premi al Concorso Gaspar Cassado in Spagna e al Concorso Lutoslawski di Varsavia.

Ha debuttato alla Berlin Philharmonic Hall all’età di 17 anni, suonando poi al Musikverein di Vienna, alla Suntory Hall di Tokyo, alla Carnegie Hall di New York, alla Royal Albert Hall di Londra e al Royal Festival Hall di Londra.

Daniel Ishizaka è stato selezionato per il prestigioso “New Generation Artist Scheme” di BBC Radio 3, che gli ha consentito di produrre numerose registrazioni discografiche tra 2007 e 2008, solo, in duo con pianoforte e in qualità di solista con le cinque Orchestre sinfoniche della BBC del Regno Unito, oltre a realizzare concerti presso la Wigfmore Hall di Londra. Il suo primo CD prodotto da Sony BMG ha ottenuto il premio “Echo Klassik” da parte della Accademia Fonogra­fica Tedesca.

S è esibito in Europa, America e Asia collaborando con artisti di fama e orchestre. Si è esibito come solista sotto la direzione di Gerd Albrecht, Sir Andrew Davis, Christoph Eschenbach, Mi­chail e Vladimir Jurowski, Mstislaw Rostropovich e Leonard Slatkin ed è regolarmente invitato a esibirsi a prestigiosi festival. È professore di Violoncello all’accademia di Basilea e alla Berlin University of the Arts (UDL Berlin).

Il Festival 2022

La 59esima edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo, in linea con il suo percorso di crescita e maturazione di oltre mezzo secolo di musica, vede anche per questo 2022 un calendario trasversale e aperto ai generi. 18 date, fino al 29 agosto, e svariate location rederanno ricco il calendario 2022 parte, quest’anno, del progetto Lento – Cervo borgo di cultura sostenibile, che vede il Comune di Cervo, insieme alla Proloco Progetto Cervo e alla Cooperativa di Comunità Il Pollaio Aperto

Lento è un ambizioso piano di valorizzazione culturale del borgo premiato con la vittoria del bando In Luce di Fondazione Compagnia di San Paolo, al quale il Comune di Cervo partecipa insieme a Proloco Progetto Cervo e alla Cooperativa di Comunità Pollaio Aperto. Lavorando sull’identità culturale del borgo, storica sede di cenacoli culturali e ritrovo di artisti, letterati e musicisti, Lento guarda allo sviluppo turistico di Cervo ma anche al rafforzamento della sua comunità. Da qui l’ottica di sostenibilità che connota il progetto e le sue azioni, dedicate alla riscoperta del territorio all’insegna della bellezza, della natura e della cultura come snodi di relazioni, ma anche alla ricerca dei ritmi lenti, che contrastano con la frenesia della città.  Armonizzando le diverse anime culturali di Cervo – dalla tradizione letteraria riaffermatasi con Cervo ti Strega al Festival ideato da Sándor Végh nel 1964 – Lento ambisce a diventare una vera e propria piattaforma centrata sull’identità culturale con cui fare di Cervo uno spazio di inclusione e apertura, un luogo che vede al centro la cura del territorio e delle persone, dove possono convivere abitanti e turisti abitudinari o di passaggio.

Lento è realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando «In luce. Valorizzare e raccontare le identità culturali dei territori» della Missione Creare attrattività dell’Obiettivo Cultura, che mira alla valorizzazione culturale e creativa dei territori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta rendendoli più fruibili e attrattivi per le persone che li abitano e per i turisti, in una prospettiva di sviluppo sostenibile sia sociale sia economico.

Prossimi appuntamenti

·       21 agosto 2022 ore 21.30 Oratorio di Santa Caterina, Ring Around Quartet – Gioco di voci,

·       23 agosto 2022 ore 21.30 Cervo, Piazza dei Corallini  Wooden Elephant String Quintet

·       26 agosto 2022 ore 21.30 Cervo, Piazza dei Corallini, Fabio Concato – Recital unplugged

·       29 agosto 2022 ore 21.30 Cervo, Piazza dei Corallini, Giuseppe Gibboni – violino, Fabio Silvestro – pianoforte

Biglietteria e informazioni

È possibile acquistare i biglietti del Festival in prevendita sul sito www.cervofestival.com, presso le agenzie accreditate (Cervo: Ufficio informazioni turistiche; Diano Marina: Dianatours; Pietra Ligure: Agenzia Viaggi Mamberto; San Bartolomeo al Mare: Gianna Giusto Viaggi; Imperia: Libreria Ubik, Felcar Viaggi) oppure il giorno stesso dell’evento, in loco.

I titoli di ingresso con posti a sedere sulla gradinata di accesso alla Chiesa dei Corallini saranno acquistabili esclusivamente la sera dello spettacolo presso la biglietteria allestita all’interno dell’Oratorio di S. Caterina. Le riduzioni per studenti e bambini verranno applicate esclusivamente agli ingressi con posto a sedere sulla gradinata. Per gli spettacoli del 24 e 31 luglio i biglietti omaggio per i bambini fino ai 10 anni saranno disponibili solo al botteghino la sera dello spettacolo.

Il 59° Festival di Cervo 2022 garantisce l’ingresso gratuito alle persone diversamente abili.
È inoltre attivo un servizio di accompagnamento curato dal personale della Croce d’Oro di Cervo, presente a tutti gli spettacoli in Piazza dei Corallini.

Ogni informazione su programma, biglietteria e logistica su www.cervofestival.com

Il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo è sostenuto da Regione Liguria, Provincia di Imperia, Comune di Cipressa, Camera di Commercio Riviere di Liguria, Fai – Fondo Ambiente Italiano, Fratelli Carli, Lions Club Imperia Host, Confindustria Imperia, Proloco Progetto Cervo, Cooperativa di Comunità Pollaio Aperto. Rai Radio 3 è media partner dell’evento, che ha ottenuto il patrocinio di Rai Liguria.