Home Cultura

Vincitori del Premio Nazionale FITALIA

0
CONDIVIDI
Vincitori del Premio Nazionale FITALIA
Vincitori del Premio Nazionale FITALIA

Vincitori del Premio Nazionale FITALIA. Il 22 maggio trasmessa in streaming la premiazione del Concorso nazionale di teatro amatoriale

Vincitori del Premio Nazionale FITALIA giunto alla XXXIII edizione. La premiazione si è svolta in Liguria

Ben 13 i trofei assegnati al Premio FITALIA 2020, sabato 22 maggio dal Museo dell’Attore di Genova.

La conduzione è stata quella dell’ospite d’eccezione Enrico Bonavera, attore teatrale salito agli onori della cronaca per essere l’Arlecchino ufficiale del Piccolo Teatro di Milano.

Il maestro della commedia dell’arte è stato accompagnato da due attrici FITA, Alessia Mela e Marta Marenco, conducendo in trio la manifestazione di premiazione che ha visto oltre 100 spettacoli in gara.

I riconoscimenti sono stati assegnati da due giurie diverse, una tecnica, l’altra del pubblico.

Mauro Pierfederici, Direttore Artistico FITA, ha ribadito il grande lavoro svolto insieme alla Commissione tecnica (con Fiammetta Fiammeri, Matteo Corbucci, Biagio Graziano).

La Commissione ha assegnato i premi per 6 categorie di genere teatrale sul totale degli spettacoli:  

Genere Classico: Novecento – Compagnia Nuovo teatro stabile di Mascalucia, Mascalucia (CT)

Tragedia: Il frutto – Compagnia Il Berretto a Sonagli – Compagnia Imprevisti e Probabilità, Formia (LT)

Comico Brillante: La valigia sul letto – Compagnia Buio in sala aps, Portici (NA);

Narrazione: La via del Tamarindo – Compagnia Arden – luogo del possibile, Desio (MB)

Commedia musicale: A che servono gli uomini? – Compagnia Settantacento, Bari (BA)

Commedia dell’arte: Le mirabolanti fortune di arlecchino – Compagnia La trappola, Vicenza (VI).

Lo stesso Bonavera, investito del ruolo, ha avuto modo di visionare gli spettacoli presenti sul sito www.fitateatro.eu e non ha risparmiato critiche puntuali e interessanti agli stessi, decisamente tutte molto positive.

Lo stesso Presidente Nazionale, avv. Carmelo Pace, è intervenuto in collegamento alla trasmissione.

Entusiasta della ripartenza dei teatri e dell’attività FITA rivolta al pubblico con questa importante manifestazione tanto seguita e sentita dalle compagnie.

A chiusura della prima parte della premiazione, con i trofei indicati dalla giuria tecnica, il pubblico ha potuto godere di un bellissimo momento artistico improvvisato (si fa per dire) dal maestro Bonavera.

Egli ha vestito i panni immaginari di un noto personaggio della commedia dell’arte; davvero una piccola perla dell’arte teatrale per chi ha avuto il piacere di sintonizzarsi su fita.tv.

Per quanto riguarda invece il premio del pubblico, la sezione Premio FITALIA Social, questi ha decretato 7 vincitori in altrettante categorie, assegnando quindi un premio ulteriore per un genere teatrale non valutato invece dalla giuria.

Il favore del pubblico è stato sempre per la compagnia Settantacento di Bari con lo spettacolo “A che servono gli uomini?” (l’unica che porta a casa due trofei).

A parte per la commedia musicale, per i restanti generi il giudizio è stato diverso, assegnando i seguenti riconoscimenti:

Classico: Il prigioniero della II strada, Compagnia AlterEgo di Lucera (Fg)

Tragedia – Drammatico: Mia per sempre, Compagnia Camomilla a colazione di Visciano (Na)

Comico/Brillante: Chistu vascio è ‘na reggia, compagnia Proloco Baiano I sognattori di Baiano (Av)

Cabaret: L’antivirus, compagnia Thea3 di Bari

Narrazione: La mela d’oro, compagnia La torre che ride di Potenza Picena (Mc)

Commedia musicale: A che servono gli uomini?, compagnia Settantacento di Bari

Teatro dell’Assurdo: Dejavu-mi ricorda qualcosa, compagnia Ndescenze (Ass. Espressione Est) di Udine.

Alla manifestazione ha partecipato, in presenza, la Presidente della Genova-Liguria Film Commission, dott.ssa Cristina Bolla.

Ha espresso grande apprezzamento per l’attività svolta dagli attori e dagli organizzatori della Federazione, anticipando l’accordo con FITA Liguria per l’interazione cinema-teatro.

Ha riconosciuto che la sinergia tra le due categorie possa essere di fondamentale importanza per lo sviluppo di numerosi eventi.

Questo a maggior ragione in un periodo come quello attuale in cui unire le forze.

A concludere la manifestazione, l’ingresso del Consigliere Nazionale FITA, Giunio Lavizzari Cuneo, in qualità di organizzatore della premiazione, nonché padrone di casa.

Egli ha espresso grande soddisfazione per aver potuto portare il premio presso lo studio di Gilberto Govi nel Museo dell’attore, come simbolo della ripartenza teatrale FITA.