Home Cronaca Cronaca Imperia

Ventimiglia, Polizia e Carabinieri contro immigrazione irregolare

0
CONDIVIDI
Ventimiglia, controlli di Polizia e Carabinieri contro l’immigrazione irregolare
Un controllo della Polizia di Frontiera a Ventimiglia

Ai controlli hanno partecipato gli uomini del Commissariato, quelli della Stradale e quella della Polizia di Frontiera e i Carabinieri

Nelle giornate del 30/31 maggio e del 6/7 giugno, a seguito delle determinazioni del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto Nanei e su disposizione del Questore Peritore, sono stati organizzati servizi di controllo straordinario del territorio a Ventimiglia e nelle zone di frontiera contro immigrazione irregolare, al quale hanno partecipato le pattuglie del Commissariato, del Settore di Polizia di Frontiera nonché il personale dell’Arma dei Carabinieri.

I servizi sono stati integrati con il contributo delle Specialità della Polizia di Stato, specificamente della Sezione Polizia Stradale di Imperia, per implementare i controlli in ambito autostradale, e della Polizia ferroviaria che ha intensificato il monitoraggio dei flussi alla stazione di Ventimiglia.

L’attività svolta era finalizzata ad integrare il dispositivo quotidiano dei servizi di ordine pubblico già presente nel comprensorio intemelio e a rafforzare, attraverso una collaborazione sinergica, la prevenzione e la repressione di attività illecite, con particolare riguardo al monitoraggio del flusso di stranieri irregolari.

L’attività congiunta delle forze di Polizia ha portato al raggiungimento di risultati importanti: 3.679 sono le persone controllate e 1.443 i veicoli identificati, 270 sono le contravvenzioni elevate a seguito di violazione del Codice della Strada e sono stati sequestrati 5 veicoli.

Nell’arco delle ultime due settimane sono stati inoltre emessi complessivamente 30 provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale nei confronti di altrettanti cittadini stranieri irregolari, 22 dei quali sono stati accompagnati presso i Centri di Permanenza per il Rimpatrio individuati dal Ministero dell’Interno e gli altri muniti di ordine del Questore ad abbandonare il territorio nazionale entro 7 giorni.