Home Politica Politica Italia

Veneto: sì allenamenti per atleti non professionisti. Boccia impugna ordinanza Calabria

0
CONDIVIDI
Bar e ristoranti aperti in Calabria, ma solo con tavoli all'aperto e distanze di sicurezza

Da domani in Veneto sarà consentito l’allenamento individuale negli impianti sportivi, a porte chiuse, per gli atleti professionisti e anche non professionisti, mantenendo il distanziamento di 2 metri tra loro ed evitando assembramenti.

Il provvedimento riguarda anche il calcio e le piscine.

Lo prevede la nuova ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione Luca Zaia (Lega).

“Per fare un esempio – ha detto Zaia – se Federica Pellegrini deve allenarsi potrà farlo”.

Intanto, secondo quanto riferito stamane dall’agenzia Ansa, il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia ha impugnato l’ordinanza firmata dalla governatrice Jole Santelli (Forza Italia) il 29 aprile, che ha consentito l’apertura di bar e ristoranti in Calabria con tavoli all’aperto, distanziamenti sociali di sicurezza e obbligo di indossare le mascherine.

Gli atti sono già stati trasmessi, come da prassi, sempre a quanto si apprende, all’Avvocatura generale dello Stato.