Home Cronaca Cronaca Genova

Vandalismi a Genova: un arrestato ed un denunciato

0
CONDIVIDI
Polizia (foto di repertorio)

Ieri sera la Polizia ha arrestato un 23enne italiano per resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, sanzionandolo anche per oltraggio, rifiuto di declinare le generalità e per la violazione della normativa “anticovid”.

Un altro 21enne che si trovava con lui è stato sanzionato per atti contrari alla pubblica decenza.

I due giovani sono stati segnalati da alcuni residenti mentre alzavano i tombini di via Gozzano e rovesciavano i bidoni della spazzatura, spargendone il contenuto sul manto stradale. Grazie all’accurata descrizione fornita dai cittadini, i due sono stati rintracciati in via Cantore mentre camminavano in evidente stato d’alterazione, prendendo a calci tutto ciò che trovavano lungo la strada.

Immediatamente fermati, i due hanno assunto un atteggiamento ostile gridando e cercando di riprendere la scena con i cellulari, minacciando gli operatori di divulgare sui social i filmati in cui, secondo loro, si potevano vedere gli abusi che stavano subendo.

Il 23enne, in particolare, ha opposto una violenta resistenza, sferrando calci e pugni nei confronti dei poliziotti, uno dei quali ha riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni.

Anche negli uffici della Questura ha continuato a mantenere un comportamento aggressivo, offendendo i poliziotti, rifiutandosi di declinare le generalità e di indossare la mascherina, nonché dichiarandosi positivo al Covid e sputando in faccia ai presenti. Il 21enne, invece, mentre si trovava al di fuori della Questura, ha orinato sopra le auto con i colori d’istituto e per questo è stato sanzionato.

Sono in corso accertamenti per la valutazione dei danneggiamenti conseguenti agli atti vandalici e la conseguente denuncia.