Home Politica Politica Genova

Supermercati non assumono nuovi addetti, Regione Liguria sì: altri 247 sanitari

0
CONDIVIDI
Regione Liguria

Diffusione dei contagi da coronavirus: servizi pubblici essenziali e sanità sul nostro territorio.

Supermercati, Borrelli: con orari di apertura più ampi si riducono gli assembramenti

Milano, il sindaco del Pd Beppe Sala: sbagliato chiudere i supermercati la domenica

Evitare resse, prof. Galli: supermercati dovrebbero rimanere aperti H24 e nei weekend

Se alcuni sindacati hanno chiesto di ridurre gli orari di lavoro nei supermercati e perfino di chiudere la domenica, aumentando così il rischio di assembramenti e quindi potenzialmente dei contagi, ma non hanno battuto i pugni con le aziende per l’assunzione di nuovo personale e consentire così di migliorare la sicurezza di lavoratori e clienti, Regione Liguria invece prosegue il piano di assunzioni straordinarie di personale sanitario per fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Resse ai supermercati, in Australia aperti un’ora prima per gli anziani e 5mila assunzioni

Evitare resse: in Usa alimentari sempre aperti e 7-Eleven (H24) assume 20mila addetti

A oggi sono stati assunti 247 professionisti, di cui 89 medici e 86 infermieri, ma anche operatori sociosanitari, tecnici di laboratorio e altre figure indispensabili per coprire il crescente fabbisogno. Fra i nuovi assunti, risultano pure 40 specializzandi e 3 medici e infermieri in pensione e rientrati in servizio.

“Le procedure di assunzione – ha spiegato la vicepresidente e assessora regionale alla Sanità Sonia Viale – proseguiranno fino al termine dell’emergenza.

Ogni venerdì inviamo i dati aggiornati complessivi delle assunzioni a Roma, riferiti a dirigenti medici, personale del comparto e operatori sociosanitari, ai sensi sia del ‘Cura Italia’ che delle leggi precedenti in vigore, applicando le procedure semplificate.

Il mio ringraziamento è rivolto a tutti coloro che hanno risposto al nostro appello, per dare il proprio preziosissimo contributo per superare, tutti insieme, questa emergenza”.

In particolare, delle 247 assunzioni complessive, 24 sono destinate alla Asl1 (di cui 4medici e 11 infermieri), 42 alla Asl2 (tra cui 11 medici e altrettanti infermieri), 29 alla Asl3 (tra cui 14 medici e 3 infermieri), 14 alla Asl4 (tra cui 1 medico e 9 infermieri), 36 alla Asl5 (tra cui 13 medici e 18 infermieri), 16 all’ospedale Galliera (fra cui 3 medici e 8 infermieri), 18 all’Istituto Gaslini (fra cui 1 medico e 14 infermieri), 62 all’Ospedale Policlinico San Martino (fra cui 39 medici e 9 infermieri), 6 all’Evangelico di Voltri (3 medici e 3 infermieri).

Tra i nuovi assunti destinati al San Martino anche 9 operatori per il Numero unico europeo 112 e 4 collaboratori professionali sanitari – tecnici sanitari di laboratorio biomedico.

Diversi i contratti applicati, tra cui incarichi individuali a tempo determinato, contratti di collaborazione coordinata e continuativa o contratti di somministrazione di lavoro (interinale).