Home Cronaca Cronaca Genova

Stoccaggio vaccini anti Covid, controlli del Nas: in Liguria nessuna irregolarità

0
CONDIVIDI
Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità (Nas)

Le ispezioni eseguite oggi dai carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità sul corretto stoccaggio dei vaccini anti Covid Pfizer-BioNTech in Liguria “non hanno rilevato irregolarità”.

Lo ha riferito stasera il governatore Giovanni Toti.

Com’è noto, il vaccino anti Covid prodotto dalla statunitense Pfizer e dalla tedesca BioNTech deve essere conservato a -70 gradi centigradi.

Tuttavia, ci sono altre condizioni.

Una volta che i punti di utilizzo ricevono un “contenitore da viaggio termico con il nostro vaccino, hanno tre opzioni per la conservazione” hanno spiegato gli esperti delle aziende produttrici.

Fra queste, c’è anche la possibilità di tenerlo in frigo per massimo 5 giorni.

Fra le 3 possibilità ci sono infatti super-congelatori “a bassissima temperatura, ora disponibili in commercio e che possono prolungare la durata di conservazione fino a 6 mesi. Ma il vaccino può essere conservato anche per 5 giorni in condizioni refrigerate a 2-8°C (le unità di refrigerazione sono molto spesso disponibili negli ospedali)”.

Infine, si possono usare direttamente gli “shipper”, ossia i contenitori termici Pfizer in cui arrivano le dosi) “che possono essere utilizzati come unità di stoccaggio temporaneo riempiendoli con ghiaccio secco ogni 5 giorni per un massimo di 30 giorni”.