Home Sport Sport La Spezia

Spezia-Cittadella, Italiano: Siamo stati poco cinici

0
CONDIVIDI

Al termine del pareggio casalingo contro il Cittadella, è il tecnico aquilotto Vincenzo Italiano a commentare la prestazione dei suoi.

“Questa era una partita tosta, ma se avessimo trovato il meritato raddoppio già nella prima parte di gara, la ripresa sarebbe stata sicuramente differente. Nel primo tempo avremmo meritato di più, in ogni caso abbiamo pareggiato contro una squadra forte che sa palleggiare molto bene e che ha dei valori importanti.

Siamo stati ingenui sul loro gol, perché il rigore era assolutamente evitabile, ma anche nel secondo tempo penso che le occasioni ci siano state; sono arrabbiato perché queste partite, considerando anche che era la prima dopo la sosta, se le porti a casa valgono doppio, ma avremmo dovuto sfruttare meglio le occasioni che ci hanno concesso e comunque faccio i miei complimenti ai ragazzi per la prestazione.

Ragusa? Ha avuto una settimana non troppo brillante ed ho preferito utilizzarlo a gara in corso, anche perché sono convinto che Antonino può mettere in difficoltà chiunque in qualsiasi momento della gara. Dato che siamo tanti mi sento di dire che non mi dispiace far ruotare tutti, anche perché io credo allo stesso modo in tutti i componenti del gruppo ed ora che c’è abbondanza è giusto sfruttarla.

Tra Mora e Acampora penso che più o meno le caratteristiche siano simili, sono entrambe mancini e hanno entrambi tanto dinamismo.

Non voglio commentare l’episodio della mancata ammonizione di Benedetti, mi dispiace che io invece sia stato ammonito, ma non sono qui per giudicare l’operato dell’arbitro. Ciò che resta è che se avessimo sfruttato meglio le occasioni iniziali non saremmo stati qui a rammaricarci per questo episodio. Potevamo vincerla perché abbiamo creato diverse occasioni; peccato, andremo a raccogliere questi punti su qualche altro campo.

Penso che il vento sia cambiato, i ragazzi ragionano con una testa differente, prima perdevamo fiducia subito appena sbagliavamo le palle-gol, oggi invece abbiamo sbagliato diverse occasioni, ma siamo rimasti sempre sul pezzo, rimanendo attenti per tutto l’arco della partita.

Ricci? Federico ha fatto una grande gara, sa creare superiorità numerica e oggi anche prima della gara l’ho esortato a cercare la rifinitura per i compagni; è cresciuto molto rispetto alle altre gare, Paleari gli ha salvato con un miracolo un bel tiro di sinistro. Mi auguro che anche lui, come del resto ha fatto Gyasi, riesca a sbloccarsi per tornare a segnare con frequenza; è un giocatore che se in giornata sa essere determinante”.