Home Consumatori Consumatori Genova

Sestri Levante, concesso suolo pubblico a bar e ristoranti

0
CONDIVIDI
Centro di Sestri Levante

È operativo il progetto sviluppato dall’Amministrazione Comunale di Sestri Levante per l’ampliamento gratuito delle concessioni di suolo pubblico è operativo. Le concessioni esistenti o nuove per bar e ristoranti del territorio, per la sola estate 2020, è un supporto alle attività di ristorazione penalizzate dalle restrizioni che la pandemia di Covid-19 impone per il controllo del contagio.

Fine mese di aprile 2020, dopo il confronto con la Conferenza del Turismo, il Comune di Sestri Levante si è avviato  la presentazione di manifestazioni per utilizzo di maggiore metratura di suolo pubblico, perché le attività possano rispettare il distanziamento fisico tra i tavoli senza perdere posti. Nelle scorse settimane sono stati effettuati i sopralluoghi alle singole attività, per valutare l’ampliamento.

Nell’ultima seduta della Giunta Municipale, si è definito come gestire le concessioni temporanee, con le indicazioni fornite dal Decreto “Rilancio”. La prossima settimana verranno trasmesse le autorizzazioni a bar e ristoranti e avranno validità fino al 31 ottobre 2020 a natura gratuita.  La decisione si somma alla deliberata di Giunta Municipale e porta a 8 mesi di esenzione COSAP per le attività di ristorazione.

I provvedimenti delle manifestazioni di interesse pervenute ridisegnano il profilo della città per l’estate 2020. La città si rinnova negli spazi, dal centro storico,  alcune aree saranno interessate da una maggiore, ridefinizione. L’occasione  per la pedonalizzazione di lungomare Descalzo ad uso dei pedoni dalle ore 18, la zona “Balin” del lungomare, piazzetta Belotti, via Brin, una parte di parte piazza della Croce e di via della Libertà a Riva Trigoso.

«Questo progetto di sostegno alla ripresa economica – dichiarano la Sindaca Ghio e l’Assessore alle Attività Economiche Bixio – ha richiesto un intenso lavoro da parte di diversi uffici comunali per garantire celerità ai provvedimenti.

Nella consapevolezza che il distanziamento fisico delle persone sarebbe stato il filo conduttore dell’estate 2020 abbiamo cominciato a impostare un progetto di revisione degli spazi cittadini prima dell’arrivo dei provvedimenti governativi, per essere pronti e operativi al momento della loro emanazione.

L’obiettivo, come sempre, è fornire strumenti concreti di supporto alle attività, nella massima misura che una Amministrazione può garantire, ma anche trasmettere un messaggio di ripartenza attiva e consapevole della città, con attenzione a tutte le misure di sicurezza necessario ma aperta e pronta a ridisegnarsi per il futuro.»ABov