Home Spettacolo Spettacolo Genova

Sestri Levante, Andersen Festival e Unoday Raphael Gualazzi

0
CONDIVIDI

L’Andersen Premio&Festival 2019 sta per tornare con numerosi eventi e nomi noti che renderanno le strade, le piazze e le spiagge di Sestri Levante un grande spettacolo a cielo aperto. Per la 52° edizione del Premio e la 22° edizione del Festival, l’Andersen offrirà:

Dal 6 al 9 giugno, un susseguirsi di personaggi forti e incisivi uniti da un unico filo conduttore: la coscienza, il tema che quest’anno prenderà vita attraverso l’incrocio di spettacoli, incontri, esperienze e forti personalità.

Tra gli eventi di spicco, sabato 8 giugno, alle 21.30, nella meravigliosa cornice della Baia del Silenzio, il concerto di Raphael Gualazzi, vincitore della categoria Giovani del Festival di Sanremo 2011 che con il suo brano “Follia d’amore” entrò nel cuore degli italiani, aggiudicandosi oltre al primo posto della categoria Giovani, numerosissimi altri premi tra i quali:

il Premio della Critica Mia Martini, il premio della Sala Stampa Radio e Tv, il Premio Assomusica per la migliore esibizione live e il Premio Siae, come miglior compositore dell’anno. Il brano, scritto, prodotto e arrangiato dallo stesso Gualazzi è contenuto in “Reality and Fantasy”, il suo omonimo album d’esordio.

Nato a Urbino l’11 novembre 1981, dopo aver intrapreso gli studi di pianoforte al Conservatorio Rossini di Pesaro, Raphael Gualazzi, estende la sua ricerca musicale nel campo del Jazz, del Blues e della Fusion. Tanto da arrivare a creare un stile personalissimo che fonde la tecnica Rag-time dei primi anni del ‘900 con le sonorità tipiche del pre-jazz e dello stride-piano, senza trascurare le influenze più innovative di artisti eclettici della scena contemporanea, come Jamiroquai e Ben Harper.

Dopo il trionfo sanremese, Gualazzi arriva sul palco dell’Eurovision Song Contest a Düsseldorf, come rappresentante dell’Italia, conquista il secondo posto in classifica e il primo premio della giuria tecnica. Nel corso dell’estate, raduna oltre 35 mila spettatori in un tour di circa 40 date, molte delle quali sold out, nelle più belle arene e anfiteatri italiani.

I successi internazionali non sembrano avere tregua e nel giugno 2012 arriva un altro importante riconoscimento, per consolidare il suo progetto discografico, Sugar sigla un accordo in esclusiva mondiale con la prestigiosa etichetta Blue Note/Emi Music France che ha lanciato nel mondo artisti del calibro di Norah Jones, Herbie Hankcock, St. Germain e molti altri. ABov.