Home Sport

Serie A2 femminile, la Locatelli Genova si arrende alla capolista Bologna

0
CONDIVIDI
Locatelli Genova
Locatelli Genova (Foto archivio)

Una delle migliori prestazioni della stagione non basta alla Locatelli Genova per avere ragione della capolista Bologna, si allontana così il sogno playoff a due sole giornate dalla fine del campionato.
L’incontro, inizia con mezz’ora circa di ritardo per problemi di traffico incontrati dalla compagine felsinea durante il viaggio (ma grazie alla gentile disponibilità del personale delle piscine di Albaro e a quella di arbitro e giuria oltre a quella, sportivamente doverosa e scontata, della squadra di casa,l’incontro si sarebbe comunque disputato), le lontre fanno subito vedere di avere assorbito alla grande la controprestazione della gara precedente e le fatiche delle semifinali di campionato under 20, terminate con la splendida qualificazione alla final 8 scudetto, e con Caterina Nucifora realizzano la prima rete in superiorità numerica e raddoppiano con Bianco che trasforma un rigore conquistato da Arianna Banchi in stato di grazia su Nicolai. Proprio Bianco (in precarie condizioni di salute) però vanifica il doppio vantaggio perdendosi Verducci che in entrata realizza il gol del 2-1. La stessa Bianco però piazza una devastante botta dalla distanza che fredda Sesena per il 3-1, ma il tempo si chiude con Monaco che finalizza una superiorità e riavvicina la sua squadra con la rete del 3-2. La stessa Monaco realizza l’unica rete della seconda frazione, dando il pari (3-3) col quale si va all’intervallo di metà gara, al termine di un tempo in cui i portieri, ma soprattutto una strepitosa Asia Avenoso, la fanno da padroni. Nel terzo periodo dopo un uomo in più fallito di un nonnulla dalle ragazze di Carbone, le lontre non si fanno pregare per realizzare al tentativo successivo, con Vittoria Ravenna, la rete del 4-3. Le biancorossoblu stanno decisamente giocando meglio, sembrano controllare la situazione al di là del solo gol di vantaggio, ma Bologna, con la complicità involontaria di un Paduano fino a quel momento assai attento, piazza un micidiale filotto di tre gol, la prima rete di Musso in doppia superiorità generosissima mente concessa dal direttore di gara che costa il secondo giallo a Carbone, poi Carrasco su rigore e Nicola ancora in superiorità numerica portano Bologna sul 4-6. La reazione di una grande Locatelli non si fa attendere: Bianco trasforma una superiorità, e Ravenna risponde trasformando impeccabilmente su rigore dopo che Carrasco aveva ricreato il break di due reti. Il quarto tempo inizia sul 6-7, ma in apertura di quarto tempo, dopo che le biancorossoblu si divorano due volte il pareggio, sale in cattedra il Bologna che crea in gap decisivo con una doppietta di Budassi. La partita si conclude con la splendida rete finale di Nasti in rovesciata, per il 6-10, con Paduano che prima non si avvede di una clamorosa brutalità di Carrasco ai danni di Banchi, poi, con il punteggio ormai compromesso, il direttore torna a concedere qualche inutile superiorità alla Locatelli che non riesce tuttavia ad approfittarne.
Solo due turni e poche speranze di riaggancio per le ragazze di Carbone attese martedi 14 alle 20 a Torino dalla insidiosisima Aquatica.
Di contro la serie B maschile con la vittoria casalinga contro la Lazio per 7-4 si mantiene in corsa per il secondo posto che garantirebbe i playoff.
Una grande gioia arriva dalla squadra under 14 femminile, finalmente in grado di iniziare il proprio campionato, e lo fa nel migliore dei modi, espugnando per 1-12 la Giuva Baldini di Camogli.
I riflettori sono ora puntati sulla squadra under 20 che da mercoledì 8 a sabato 11 giugno andrà in Abruzzo, ad Avezzano, a giocarsi le finali nazionali di categoria.

Commento del tecnico Stefano Carbone: “Abbiamo giocato una grandissima partita tenendo in scacco per quasi tre quarti di gara la capolista Bologna. Il risultato purtroppo non è figlio di quanto si è visto in acqua, ed è ancor più grave il fatto che il direttore di gara per due tempi sia stato perfetto. Al di là di come si sia arrivati al distacco decisivo, si cui glisso, a metà quarto tempo un gesto ignobile ed inutile di Carrasco su Banchi era al cento per cento brutalità e non é stato segnalato nulla, inoltre per la seconda volta in 40 anni di panchina è stata data una espulsione a favore della mia squadra con palla in mano ad una mia giocatrice che stava concludendo un “uno contro zero”. Siamo quasi fuori dalla corsa ai playoff, ma il mio orgoglio verso la squadra è ai massimi livelli, ora testa alle finali under 20 di Avezzano nelle quali possiamo ancora toglierci grosse soddisfazioni, poi ci ritufferemo in vasca pensando a chiudere bene il campionato”.

LOCATELLI GENOVA 6 – RARI NANTES BOLOGNA 10
( 3-2, 0-1, 3-4, 0-3)

LOCATELLI GENOVA: Avenoso, Bianco 3, Donato, Frisina, Ravenna 2, Padula, Rossi, Nucifora 1, Canepa, Magaglio, Pizzimbone, Polidori, Banchi. All. Carbone.
RARI NANTES BOLOGNA: Fiorini, Monaco 2, Perna, Mazzia, Carrasco 2, Verducci 1, Morselli, Nicolai 1, Lepore, Budassi 2, Musso 1, Nasti 1, Sesena. All. Posterivo.

Arbitro: Paduano.

Superiorità numeriche:
Locatelli Genova 3 su 14 più due rigori realizzati
RN Bologna 3 su 10 più un rigore realizzato

www.locatellipallanuoto.it