Home Cronaca Cronaca Genova

Sciopero lavoratori Pietro Chiesa e Tir: code e pesanti disagi

0
CONDIVIDI
Pietro Chiesa, porta aperta dalla Culmv per i 24 lavoratori

Dopo lo sciopero di 24 ore dei portuali e dei camionisti in seguito alla morte di un trasportatore schiacciato da un tir al Psa-Vte, il varco di Ponte Etiopia resta ancora chiuso.

Prosegue, infatti, l’agitazione dei lavoratori del porto di Genova e questa volta a manifestare sono i lavoratori della Compagnia Pietro Chiesa.

Le conseguenze sono state immediate con il traffico paralizzato dalla lunga fila di tir a Genova Prà e Genova Ovest, con ripercussioni anche sul nodo autostradale.

Code e rallentamenti interessano tutto il nodo autostradale genovese.

In A26, il tempo di percorrenza fino al bivio con la A10 è di circa un’ora e mezza; seri problemi anche per l’A7 in direzione Genova con il casello di Bolzaneto che si è bloccato e sulla  A12 con tempi di percorrenza decisamente alti.

I lavoratori stanno scioperando, fondamentalmente per i 29 portuali (24 soci e 5 dipendenti) in servizio al Terminal Rinfuse che rischiano di rimanere senza lavoro dopo la chiusura della centrale a carbone Enel e per cui non si è ancora trovato un accordo.

Sciopero lavoratori Pietro Chiesa e tir: code e pesanti disagi