Home Cronaca Cronaca Genova

Sanificazione, la genovese ACG dona ipoclorito di sodio: nuovo impianto ad hoc

0
CONDIVIDI
Azienda Chimica Genovese

L’Azienda Chimica Genovese (ACG) sta donando ipoclorito di sodio pronto all’uso a chi ne faccia richiesta per sanificare le superfici contro il rischio contagio da coronavirus.

I responsabili dell’azienda genovese si sono inoltre attivati per costruire in brevissimo tempo un impianto ad hoc per produrre 1.500-2.000 litri al giorno di ipoclorito di sodio all’1 %.

Si tratta della concentrazione indicata dal Ministero della Sanità e dall’OMS per effettuare la sanificazione delle superfici.

“Ecolcell Brine – si legge sul sito web di Acg – è la soluzione di ipoclorito di sodio prodotta da ACG elimina il virus dalle superfici contaminate.

Una soluzione disinfettante dalle capacità antimicrobiche e antivirali, ideale per sanificare superfici dure e in grado di eliminare il coronavirus Covid-19 da quelle contaminate.

In un momento di difficoltà dovuto alla diffusione dell’epidemia dovuta al Covid-19, la società Azienda Chimica Genovese mette a disposizione la propria esperienza, maturata in oltre 70 anni di attività, nella disinfezione generale attraverso i prodotti a base di ipoclorito di sodio, capaci di eliminare virus e batteri.

Grazie all’azione disinfettante ad ampio spettro del cloro attivo, nota sostanza antimicrobica e antivirale, la soluzione di ipoclorito di sodio da 5000 ppm (0.5%) a 10.000 ppm (1%) prodotta da Azienda Chimica Genovese rappresenta il prodotto ideale per la disinfezione di superfici dure, potendo inoltre eliminare il coronavirus Covid-19 da quelle contaminate (Fonte: Chemical disinfection of non-porous inanimate surfaces experimentally contaminated with four human pathogenic viruses. Sattar SA1, Springthorpe – Authors: VS, Karim Y, Loro P)”.