Home Cronaca Cronaca Imperia

Rottura acquedotto Roja: golfo dianese senz’acqua, autobotti in azione

0
CONDIVIDI
Rottura tubo (foto di repertorio)

La rabbia dei residenti e degli operatori turistici. L’emergenza dell’ospedale di Imperia

Ieri, nella serata di lunedì 7 settembre, si è verificata una nuova emergenza per l’acqua nell’imperiese.

Una falla si è verificata in una tubatura dell’acquedotto Roja in via San Lazzaro a Porto Maurizio.

Gli operai dell’Amat sono intervenuti per riparare la perdita d’acqua che ha invaso la strada, ma il golfo dianese è rimasto senz’acqua da San Lorenzo al Mare fino a Cervo al confine con la provincia di Savona.

I lavori di ripristino sono in corso ma non si sa quando termineranno.

Nel mentre i comuni cercano di correre ai ripari, per primo Diano Marina dove è giunta un’autobotte dalla capienza di 14mila litri a disposizione dei cittadini.

Proprio ieri pomeriggio i tecnici avevano appena terminato di riparare un altro guasto verificatosi in Spianata Borgo Peri. Poi la nuova rottura che, sembra, sia avvenuta in tre punti diversi.

Immediata la protesta dei cittadini e dei turisti che si trovano senz’acqua.

Sono senz’acqua anche le spigge, gli alberghi e i ristoranti ed è caos con la rabbia da parte degli operatori turistici che, dopo una stagione funestata dal Covid, ora devono affrontare nuovi problemi determinati dall’assenza di acqua.

L’erogazione dell’acqua è infatti garantita finché ci sarà acqua nei serbatoi. E poi cosa succederà?

Amat ha allertato i vigili del fuoco che garantiranno la presenza di un’autobotte in supporto all’ospedale di Imperia.

Altri due mezzi dei Vigili del fuoco sono in arrivo da Genova e verranno utilizzati nelle aree maggiormente colpite dall’emergenza idrica.

Per quanto riguarda l’ospedale di Imperia è stato attivato un piano di emergenza.

“A fronte di tale situazione – spiega l’Asl 1 in una nota – all’ospedale di Imperia è stata disposta la sospensione dell’attività chirurgica programmata e di una parte di attività operativa ambulatoriale. Verranno garantite le urgenze chirurgiche. Anche l’attività del Palasalute potrebbe subire delle variazioni nei servizi. In collaborazione con i Vigili del Fuoco e la Protezione civile, l’Asl1 sta predisponendo un rifornimento di acqua tramite autobotti per garantire l’operatività ospedaliera”. Per eventuali informazioni l’Asl1invita a contattare l’Urp, Ufficio Relazioni con il Pubblico di Asl1, dalle 8.30 alle 13 al numero 0184 536 656.