Home Politica Politica Italia

Rixi e Salvini: guarisci presto Daisy e torna a vincere. Carabinieri escludono gesto razzista

0
CONDIVIDI
Daisy Osauke (foto di repertorio)

“Chiunque sia stato l’autore dell’aggressione all’atleta azzurra è un vigliacco che merita di essere consegnato alle forze dell’ordine e pagare. Sicurezza e legalità sono valori che non guardano al colore della pelle. Mi fa specie che chi avrebbe dovuto difendere questi valori in tanti anni di governo e non lo ha fatto oggi cerchi di strumentalizzare questo gesto imbecille. Guarisci presto Daisy e torna a vincere”.

Lo ha dichiarato oggi il leader della Lega Liguria e sottosegretario genovese al ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Edoardo Rixi, commentando l’aggressione all’atleta azzurra Daisy Osakue, di origine nigeriana e iscritta all’organizzazione dei Giovani Democratici del Pd piemontese, colpita la notte scorsa in pieno volto da un uovo lanciato da un’auto in corsa mentre camminava sola e tornava a casa a Moncalieri.

Sul caso indagano i carabinieri, che al momento avrebbero escluso un’aggressione a sfondo razzista, rivelando che infatti il Fiat Doblò da cui la scorsa notte è partito il lancio di uova contro Daisy era già stato segnalato per altri lanci nei giorni scorsi. Pare indirizzati a delle lucciole che solitamente passeggiano nella zona, ma anche nei confronti di un pensionato e di tre italiane (nessuna delle quali di colore) all’uscita di una pizzeria.

Inoltre, il deprecabile episodio non sarebbe stato ulteriormente aggravato da insulti o minacce di stampo razzista.

“Ogni aggressione va punita e condannata – ha ribadito oggi il ministro dell’Interno Matteo Salvini – sono e saro’ sempre a fianco di chi subisce violenza. Di certo l’immigrazione di massa permessa dalla sinistra negli ultimi anni non ha aiutato, per questo sto lavorando per fermare scafisti e clandestini. Emergenza razzismo in Italia? Non diciamo sciocchezze, ricordo che solo negli ultimi tre giorni, nel silenzio generale, la Polizia ha arrestato 95 immigrati, mentre altri 414 sono stati denunciati. All’atleta Daisy Osakue auguro una veloce guarigione. Spero di incontrarla e vederla gareggiare il prima possibile“.