Home Spettacolo Spettacolo Genova

Ritorna Genova reloaded, Incontri di cinema e dintorni

0
CONDIVIDI
Ritorna Genova reloaded, Incontri di cinema e dintorni

Dal 4 al 12 luglio 2020 Circuito Cinema Genova vi aspetta a Palazzo Ducale, Cortile Maggiore, piazza Matteotti 9, e al Circuito Sivori, salita S. Caterina 12

GENOVA RELOADED

4 -12 luglio 2020

Incontri di cinema e dintorni

Direzione artistica Giorgio Viaro

Produzione Circuito

Sabato 11 luglio

ore 14.00 -17.40 – 21,30 Circuito Sivori, salita S. Caterina 12

SEGNALE D’ALLARME. LA MIA BATTAGLIA VR

Diretto e interpretato da Elio Germano

Regia Elio Germano e Omar Rashid

Produzione Gold –Infinito Riccione Teatro

Tratto dallo spettacolo teatrale “La mia battaglia”, diretto e interpretato da Elio Germano, prodotto da Pierfrancesco Pisani, scritto da Elio Germano e Chiara Lagani

Film in realtà virtuale– Durata 70’

ore 19,30 Spianata Castelletto

INCONTRO PUBBLICO DI VALENTINA LODOVINI

Intervistata da Marta Perego e Giorgio Viaro

ore 21.00 Cortile Maggiore Palazzo Ducale, piazza Matteotti 9

REBIBBIA QUARANTINE – FINAL CUT

di Zerocalcare

Ospite: Zerocalcare

CAMBIO TUTTO!

di Guido Chiesa – Con Valentina Lodovini, Neri Marcorè, Libero de Rienzo

Commedia, Italia 2020 – Durata 90’

Ospite: Valentina Lodovini

Il festival Genova Reloaded, prodotto da Circuito con la direzione artistica di Giorgio Viaro, si avvia alla conclusione con una penultima giornata particolarmente ricca. Sabato 11 luglio gli appuntamenti sono tre e tre grandi protagonisti: Zerocalcare, Valentina Lodovini ed Elio Germano. Al cinema Sivori (ore 14.00 – 17.40 – 21.30) è in programma Segnale d’allarme. La mia battaglia VR, spettacolo in realtà virtuale con Elio Germano protagonista. Lo spettatore sarà portato a piccoli passi a confondere immaginario e reale. Grazie alla tecnologia VR sarà portato ad immergersi nell’opera teatrale diventandone parte. Germano interpreta un attore, o forse un comico, ipnotizzatore non dichiarato, che durante uno spettacolo di intrattenimento, manipola gli spettatori in un crescendo di autocompiacimento, anche verbale, fino a giungere, al termine del suo show, a una drammatica imprevedibile svolta. Portatore di un muto volere collettivo diffuso nell’aria, l’artista da figura autorevole si farà a poco a poco sempre più autoritario, evocando lo spettro di un estremismo di ritorno travestito da semplice buon senso.

Il secondo appuntamento è nel tardo pomeriggio (ore 19,30) a Spianata Castelletto con Valentina Lodovini, intervistata da Marta Perego (non Paola come erroneamente scritto nel precedente comunicato) e da Giorgio Viaro. L’incontro è aperto a tutti, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale vigente.

La sera alle ore 21 (non alle 21.30 come di consueto), doppio appuntamento nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale con Zerocalcare e Valentina Lodovini. Zerocalcare, nome d’arte di Michele Rech, che presenta Rebibbia Quarantine – Final Cut, il mediometraggio creato durante i mesi di lockdown per la trasmissione televisiva Propaganda Live su La 7, e diventato un appuntamento irrinunciabile di condivisione e confronto in quelle settimane di crisi. L’artista commenterà le sue “pillole” di animazione, proposte per la prima volta sul grande schermo. Subito dopo Valentina Lodovini racconterà la sua esperienza come protagonista del film Cambio tutto! di Guido Chiesa, che si potrà vedere subito dopo. Interpreta Giulia, responsabile marketing della Venti dolci, una ditta produttrice di snack il cui capo Valerio, che ha ereditato la poltrona dal padre, sottopaga e sottostima la sua fedele dipendente. Il compagno di Giulia, Raf, è un sedicente artista che porta in dote il figlio Jacopo, studente e spacciatore. L’ex compagno di Giulia, Ottavio, sta per sposarsi ma continua a mandarle messaggini notturni su whatsapp, e la sorella Bea e l’amica Vanessa si approfittano della sua disponibilità l’una per farle fare da babysitter al gatto, l’altra per utilizzarla come consulente amorosa. Quando alla Venti dolci viene ingaggiata La Ludo, influencer ventenne da un milione di follower, la quarantenne Giulia si sente dare della vecchia e viene relegata in secondo piano. Finché, stanca di subire, non si rivolge ad un guru televisivo, il consulente olistico Steve Bianconi, per trovare una soluzione alla sua vita dominata dalla frustrazione.

Domenica 12 luglio alle ore 21,30 Elio Germano sarà a Palazzo Ducale, ospite di Genova Reloaded, per presentare il film Favolacce dei fratelli d’Innocenzo, vincitore del Nastro d’argento come Miglior Film, Migliore Produzione (ex aequo con Hammamet), Migliore Sceneggiatura, Migliore Fotografia, Migliori Costumi

In caso di pioggia la proiezione di Rebibbia Quarantine – Final Cut e Cambio tutto! sarà trasferita al cinema Corallo.

Elio Germano
Elio Germano, attore e regista, nel corso della sua carriera, ha ottenuto, tra gli altri premi, tre David di Donatello per il miglior attore protagonista per Mio fratello è figlio unico, La nostra vita e Il giovane favoloso. Per La nostra vita ha vinto anche il Nastro d’argento al migliore attore protagonista ed il Prix d’interprétation masculine al Festival di Cannes 2010. Nel 2020 ha ricevuto l’Orso d’argento per il miglior attore al Festival di Berlino per l’interpretazione del pittore Antonio Ligabue nel film Volevo nascondermi.

Zerocalcare
Zerocalcare, pseudonimo di Michele Rech, è un fumettista italiano. Realizza i suoi primi lavori appena dopo le scuole superiori realizzando un racconto a fumetti delle giornate del G8 di Genova del 2001. Ha collaborato con il quotidiano «Liberazione» e con le riviste «Carta», «Repubblica XL» e «Internazionale». Del 2011 è il suo primo libro a fumetti, La profezia dell’armadillo, pubblicato prima da Edizioni Graficart e poi da Bao Publishing che continuerà a pubblicare i libri seguenti, come Un polpo alla gola (2012), Ogni maledetto lunedì su due (2013), Dodici (2013), Dimentica il mio nome (2014), L’elenco telefonico degli accolli (2015), Kobane calling (2016), Macerie prime (2016), La scuola di pizze in faccia del professor Calcare (2019).

Valentina Lodovini
Di origini umbre, è toscana d’adozione avendo trascorso l’infanzia e l’adolescenza a Sansepolcro con i genitori, la sorella e il fratello più grande. Nel 1997 ha conseguito la maturità scientifica. Nel 2000 si è diplomata presso il Laboratorio Teatrale permanente dell’associazione culturale “Ottobre”, diretta da Valeria Ciangottini. Nel 2004 si diploma poi al Centro sperimentale di cinematografia di Roma. Ha alternato cinema e teatro ed è stata diretta da registi come Michele Placido, Francesca Comencini, Carlo Mazzacurati, Daniele Vicari, Giovanni Veronesi. Nel 2010 vince il David come miglior attrice non protagonista del film Benvenuti al Sud.

Biglietto per Segnale d’allarme: 10 euro (intero); 8 euro (ridotto per i possessori di un biglietto del Teatro della Tosse)

Biglietto per i film: 8 euro (intero); 7 euro (ridotto)

Sono validi gli abbonamenti Circuito Cinema Top